Cres e Losinj, viaggio in moto

Voto

Cres e Losinj vissuti dalla sella della mia “Pina”. Ecco come è andata e tutto ciò che devi sapere per il tuo prossimo viaggio sulle splendide isole della Croazia.

Cres e Losinj, due nomi esotici per due località vicinissime a noi e facilmente raggiungibili: ecco tutto ciò che devi sapere per il tuo prossimo viaggio in moto in Croazia, nelle piccole e graziose Cherso e Lussino.

lussingrande spiaggia rovenska mare croaziaCi sono un sacco di buoni motivi per soggiornare sulle isole di Cres e Losinj, nel nord della Croazia, due delle tante perle del “nostro” amato Mar Adriatico e in questo post le vedremo tutte, ma andiamo con ordine.

Va detto che noi centauri italiani – e noi vacanzieri italiani – non diamo troppa attenzione alle fantastiche isole della vicina Croazia benché abbiano nel loro passato molto di italiano. Mentre sono note e famose le località dell’Istria, badiamo meno alle seppur prossime isole dell’alto Adriatico, tanto belle e selvagge da farci dimenticare in fretta lo stereotipo da riviera edificata, trafficata e con spiagge ampie e scientificamente organizzate. Inutile che ti dica che questo è un peccato – per chi non ci va – ma un pregio in più per chi, come te, sta valutando l’ipotesi di portare le proprie ruote proprio a Cres e Losinj.

Se ami il campeggio, l’aria aperta e il buon pesce, Cres e Losinj sono il posto giusto per te.

baldarin camping punta kriza cherso lussino mare estateIniziamo con un po’ di geografia. Cherso e Lussino – per dirla all’italiana – sono due isole separate da uno strettissimo tratto di mare, talmente stretto che un piccolo ponte lo supera agevolmente unendole di fatto e non facendoti neppure accorgere quando passi dall’una all’altra. Ma come ci si arriva a Cres e Losinj e cosa le differenzia?

Nel frattempo se ti piace questo post dimostralo e regalami un sorriso: perché non lo condividi con i tuoi amici? Ti basta cliccare qui per twittarlo!

Raggiungere le isole:

moto viaggio cres croazia veli losinj rovenska scoglieraTorniamo a noi: non era la prima volta che andavo a Cres, ma era la prima che mi spingevo ad esplorare anche tutta Lussino. Arrivarci è piuttosto semplice: nel mio caso sono partito da Milano, quindi A4 fino a Palmanova in Friuli per una tappa di avvicinamento. Come il buon Franco Battiato ho fatto “Scalo a Grado“. Ho sostato un paio di giorni nella piacevole città friulana per salutare i miei vecchi in villeggiatura e poi ho proseguito sulla statale costiera SP35 fino ad entrare in Slovenia a Kozina sotto un vero e proprio diluvio con i grossi camion di legname che alzavano nuvole d’acqua. Qui le scelte sono limitate: ho preso la E61, una strada trafficata, stretta e piena di Tir anche se in mezzo alle affascinanti colline slovene, e sono dunque entrato in Croazia e sceso, costeggiando l’Istria da Opatija fino a Brestova, minuscola località dalla quale parte il ferry per Cherso. La strada inizia proprio dall’approdo del traghetto a Porozina e si inerpica subito sulla spina dorsale dell’isola: questa è LA strada che percorre tutta Cres in lunghezza e che, poi, farà altrettanto con Losinj. La traversata dello stretto di mare dura una quindicina di minuti e nel periodo estivo c’è un traghetto che parte circa ogni mezz’ora, quindi l’attesa non è mai molta.

Questo non è l’unico modo per portare le tue ruote sulle isole di Cres e Losinj: vi è infatti un traghetto che collega Venezia con Lussinpiccolo (Mali Losinj) che, a dispetto del nome, è il porto più grande dell’isola. Se prediligi questa via, ti consiglio di prendere per tempo il biglietto. Ci sono ottimi siti che ti permettono di farlo velocemente, ad esempio io mi trovo molto bene con Traghetti Lines.

Meglio Cres o Losinj?

Una domanda frequente che mi viene rivolta è proprio questa. La mia risposta non può che essere: meglio entrambe! Vai a vederle tutte e due, non ha molto senso considerarle – turisticamente parlando – due mete separate, proprio perché talmente piccole e unite da rappresentare due facce della stessa isola. La prima, Cres, è la faccia più selvaggia e rustica, la seconda, Losinj, è quella più movimentata e attrezzata soprattutto per la presenza di Mali Losinj (Lussinpiccolo) che a dispetto del nome è il centro più moderno e sviluppato dell’isola. Preciso che se sei amante della vita notturna in ogni caso troverai le due isole un po’ carenti, se invece sei amante dello sport, della natura, del mare allora sono entrambe speciali. Ci sono molti itinerari per trekking e cicloturismo (specie a Losinj), ristorantini alla buona e non manca veramente nulla. Il paese di Cres rimane sempre più tranquillo, anche in alta stagione, rispetto a Veli Losinj o ancor di più rispetto alla “caotica” Mali Losinj: non mancano i bar dove gustarsi una Pivo fresca per due euro alla pinta (capisci perché adoro questi posti?) e le attrazioni come gite in barca nelle insenature e grotte naturali.

Non si trovano le grandi spiaggie che si trovano sul nostro Adriatico, ma scogli o, al massimo, ghiaia o lastroni di cemento che uniscono varie rocce. Anche questo, credimi, fa parte del fascino rustico di queste due isole benché è indiscutibile che la sabbia sia più comoda. Non ci sono stabilimenti balneari, ci sono piccole insenature (le migliori raggiungibili soltanto con una barca) o calette raggiungibili attraverso piccoli sentieri nella vegetazione. Anche le spiagge più grandi, vicine ai centri, sono sempre di dimensioni contenute, non ospitano moltissima gente e hanno un piccolo bar dove trovare sempre dell’ottima birra e lì vicino molto probabilmente ci sarà un ristorantino che cucina il pesce alla griglia!

Soggiornare a Cres e Losinj: come scegliere la sistemazione e come prenotare

losinj cres insegna sobe camere apartmanSia Cres sia Losinj offrono abbondanti e diverse possibilità per un soggiorno confortevole, breve o lungo che sia. I modi migliori per viverle appieno, secondo la mia modesta esperienza, sono due: in campeggio o affittando una stanza (“sobe”) presso le case degli isolani. Ovviamente le ho provate entrambe e, ovviamente, ci sono anche ottime sistemazioni in albergo. Tuttavia i campeggi delle due isole sono sicuramente il modo migliore per godere della natura e della semplicità che le caratterizza. Ho selezionato i migliori campeggi, li trovi cliccando qui. Se hai intenzione di andarci in alta stagione, ti consiglio di prenotare i campeggi per tempo perché sono molto ambiti dai turisti austriaci e tedeschi su tutti.

Cliccando qui, invece, potrai trovare rapidamente una sistemazione a Cres oppure a Losinj.

beli isola di cherso cres croazia istria viaggio in motoCose da non perdere assolutamente

  • Beli (vedi foto) è un minuscolo paesino arroccato su un promontorio nella regione più settentrionale dell’Isola di Cres, detta Tramontana. L’antico villaggio è molto suggestivo e tramite una ripida discesa si raggiunge una splendida caletta e il relativo camping.
  • Cena a Cres, presso gli ottimi ristoranti, su tutti Riva e Santa Lucia. E visto che sei da queste parti, fai un salto nel vicina frazione di Losnati, lì trovi la trattoria Bukaleta, la migliore dell’isola.
  • Una sosta a Valun.
  • Qualche giorno a Veli Losinj, magari nel porticciolo di Rovenska, capirai presto perché.
  • Una notte in tenda.

Il viaggio in sintesi

  • moto: Honda XL700V Transalp “Pina”
  • periodo: luglio 2014
  • Km totali percorsi: 1.700 circa
  • giorni di viaggio: 7 (ne possono bastare anche meno)
  • l’accessorio che non può mancare: crema protettiva per il sole e un paio di sandali in gomma per le rocce
  • ricezione: perfetto per gli amanti del camping, Cres è selvaggia e adeguatamente strutturata. Clicca qui per i camping principali di Cres. Ancor più organizzata Losinj, sulla quale si possono trovare dei camping in zone isolate dove praticare il naturismo in totale contatto con la natura. Assolutamente diffusa l’opzione delle SOBE, ovvero delle camere presso le case dei locali, oppure le stesse case in affitto, più frequenti degli hotel.
  • cibo: i sapori del Mediterraneo e la cucina italiana incontrano le influenze balcaniche. Il risultato? Sempre ottimo!
  • pericoli: la strada è stretta soprattutto nella zona della Tramontana (la parte settentrionale di Cres ndr) e con parecchio brecciolino.
  • da evitare: agosto. Già luglio le isole si riempiono di turisti, ad agosto si aggiungono le station wagon e i camper italiani, lasciate perdere!
  • il consiglio: prendetevela comoda, qui non serve sfogare i cavalli, piuttosto sfogate l’appetito nelle varie taverne. Una su tutte: il ristorante Bukaleta, fa un agnello strepitoso, me lo sogno ancora a distanza di mesi.

Tutte le immagini di questo reportage sono state scattate con uno smartphone! In particolare si tratta del Nokia Lumia 1020 che a questo link potete acquistare scontato! 😉

Il Verdetto

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, moto blogger da 'na vita, press officer all'occorrenza, media strategist, video maker ma soprattutto viaggiatore e sognatore. Mi hanno definito lo Storyteller su due ruote e forse c'hanno preso. Mi chiamano Motoreetto, perché tra me e la moto non c'è separazione.

Be first to comment