KTM 690 Tracker di Roland Sands Design

KTM 690 Tracker di Roland Sands: ovvero come rendere sexy un’enduro troppo secchiona per essere particolarmente sexy

Roland Sands è famoso per le sue special, in particolare per le custom, sempre originali e apprezzate. è uno dei pochi che mette sempre tutti d’accordo. C’è un altro Roland Sands però che a me piace di più, ed è quello che esprime la sua passione per il traverso su moto snelle e nervose, con linee tese e vocazione sterrata. Amo le tracker di Roland, hanno stile pur non essendo un mero esercizio stilistico.

Come è il caso di questa KTM 690 Tracker, l’ultimo frutto del suo estro creativo.

KTM 690 TRACKER, TUTTE LE INFORMAZIONI QUI >>>

La KTM 690 è un’ottima moto, con un motore in grado di accontentare sia l’endurista smanettone, sia chi la vuole usare per portare le proprie chiappe a destra e a manca senza sbattimenti di sorta, grazie a un’erogazione pastosa e regolare e un allungo che ti permette di affrontare un’autostrada con le borse cariche come una mulattiera. Anche il comparto ciclistico non è affatto male, in altre parole è una moto completa senza sembrare troppo una moto “intelligente”, cosa che la renderebbe del tutto inappetibile a noialtri pervertiti. Ciononostante è una secchiona di enduro e un po’ di lingerie non le fa male.

Quello che ha tirato fuori Roland Sands, però, va ben oltre e questa Tracker – con buona pace del mio amico Gianrico che dissente dal mio giudizio generalizzante – è decisamente sexy.

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, creatore di contenuti ad alto tasso motoristico. Moto blogger, autore di pubblicazioni di settore, video reporter e imperturbabile sognatore. Mi hanno dato dello Storyteller su due ruote e mi è piaciuto, per gli amici sono Motoreetto.

Be first to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.