La Mototerapia scaccia le nuvole

La più grande Mototerapia dell’anno, il 17 maggio a Varazze, ha superato qualsiasi barriera ed è riuscita persino a scacciare le nuvole. Quelle del cielo ligure e quelle che ognuno porta dentro di sé.

Da un paio d’anni seguo sempre più “da dentro” quello che avviene durante le giornate speciali che per semplicità chiamiamo “Mototerapia“. Una cura con questo nome non esiste e forse non esisterà mai, ma esistono degli effetti tangibili sulle persone che partecipano a queste giornate: sono più felici. Tanto che fanno di tutto per partecipare, siano pazienti o siano somministratori. Ci sono piloti che fanno centinaia di chilometri per regalare un sorriso e volontari che si svegliano all’alba con la stessa motivazione. Ci sono genitori che vogliono soltanto vedere il proprio figlio rasserenarsi, godersi l’istante, amare la vita. Farebbero qualsiasi cosa e la fanno. Per questo sostengo che la Mototerapia non sia una terapia, ma sia un movimento. In almeno cinquecento appartenenti a questo movimento ci siamo ritrovati a Varazze il 17 maggio (ironia della sorte… è pure il mio compleanno) per fare una festa grandiosa. Guarda il video e dimmi che ne pensi.

#RideMore

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, creatore di contenuti ad alto tasso motoristico. Moto blogger da 'na vita, press officer all'occorrenza, media strategist, video maker ma soprattutto imperturbabile sognatore, una volta mi hanno dato dello Storyteller su due ruote e mi è piaciuto. Gli amici mi chiamano Motoreetto, le amiche invece non mi richiamano mai.

Comments are closed.