Ubivade, la cintura che ti guida con le vibrazioni

E se a indicarci la via fosse una speciale cintura tutta made in Italy collegata al nostro smartphone? Ubivade è il progetto di un giovane designer italiano e non è fantascienza: parte oggi la campagna su Kickstarter.

Ubivade è una cintura molto speciale perché è in grado di indicarci la direzione da prendere emettendo delle semplici vibrazioni.

Qui la campagna di Ubivade su Kickstarter >>

L’ha inventata Marco Zagaria, talentuoso designer italiano che si è prefissato un obiettivo da poco: fornirci dei super poteri. Ubivade è infatti il primo progetto di Marco che mira ad accrescere le nostre potenzialità sensoriali e potrebbe aprire la strada anche alla fantasia di altri designer. L’idea è tanto intuitiva da farci dire: “perché diamine non ci avevamo ancora pensato?“. In parole povere il “wearable device” ideato da Marco trasmette informazioni al suo utilizzatore tramite un sistema vibro-tattile. Sarà sufficiente abbinare la cintura al nostro smartphone o al navigatore e questa trasformerà le informazioni di navigazione in segnali per il nostro corpo. Ubivade emetterà vari tipi di vibrazione e in vari punti sul nostro bacino. Non solo: la cadenza delle vibrazioni sarà diversa anche a seconda del mezzo su cui viaggiamo rendendola di fatto utilizzabile a piedi come in bici, in moto, in auto… Semplificando al massimo: per suggerirci di girare a destra ci sarà una particolare vibrazione sul nostro fianco destro e così via.

ubivade due modelli di cintura navigatore

Incuriosito dall’idea ho contattato Marco Zagaria e ho scoperto un ragazzo brillante, deciso, con le idee chiare e un’ambizione che non è quella di fare i soldi a palate, di sfondare, quanto quella di risolvere problemi. Non solo quelli di navigazione, s’intende, quanto questioni anche più ampie che ci toccano da vicino come il futuro del nostro Paese.

Motoreetto: Suppongo che i primi tempi, l’utente si dovrà abituare a decodificare lo stimolo, hai già fatto delle prove?
Marco: “Sì ho fatto e sto facendo vari test, e ti posso dire che ci vorrà pochissimo per abituarsi! Ti dirò di più: l’uso prolungato di Ubivade renderà il meccanismo stimolo del device / risposta del nostro corpo sempre più rapido fino a essere inconscio. Non ci distrarremo più per capire che strada dovremo prendere, il nostro corpo reagirà da solo senza che ce ne accorgiamo. Ci perdiamo un sacco di dati e di informazioni perché la nostra percezione della realtà è vincolata dalla nostra biologia. Voglio aiutare il corpo a sentire e a sapere ciò che per sua natura non riesce a percepire”

ubivade in moto

Wow, ci vuoi dare dei superpoteri!
“Più o meno sì! Ubivade è l’inizio e apre una direzione: è come se noi sapessimo già la strada che dobbiamo fare… Immaginalo ad esempio per chi non può vedere”

Niente più schermi da consultare o vocine da ascoltare?
“Esatto! Adoro viaggiare con la mia moto e odio dover guardare uno schermo per capire dove devo andare, mi distrae e secondo me è anche pericoloso. Le indicazioni vocali poi sono ancor più fastidiose…”

Ah, io odio quando qualcuno mi dice cosa devo fare o dove devo andare, figurati…
“…Arriveremo a destinazione senza correre rischi e godendoci la strada. Niente più litigate col navigatore”

ubivade cintura navigatore com'è fatta

Ho solo un dubbio: sei sicuro che funzioni in moto? Voglio dire, la moto vibra… non è che annulla in qualche modo le vibrazioni del dispositivo?
“Ti confesso che lo temevo anch’io, per questo ho differenziato le vibrazioni quando si è in moto da quando si è a piedi o su altri mezzi. Sono diverse sia per intensità sia per frequenza e non ci crederai ma si sentono e sono inequivocabili. Io viaggio in moto e sto usando il prototipo… ne sono entusiasta”

Ok, ammettiamo che Ubivade funzioni perfettamente… sarà un apparecchio costosissimo e ti toccherà produrlo in Cina per contenere i costi
“Sbagliato! Sarà fatto in Italia e il prezzo sul mercato sarà di poco superiore ai 200 euro (190 euro per i primi che lo preordineranno su Kickstarter ndr). Si tratta di una cintura realizzata artigianalmente secondo tradizione con una speciale fibbia all’interno della quale si trova la scheda elettronica. Tutti i fornitori che ho individuato per la produzione si trovano a pochi chilometri da casa mia a Trani”

Sarà allora Made in Puglia!
“Sì, voglio restituire valore al nostro Paese e in particolare alla mia terra e vorrei che continuassimo a produrre oggetti che migliorano la qualità della nostra vita”

ubivade artigiani pugliesi all'opera

Come possiamo aiutarti a produrla e infine acquistarla?
“Tramite il crowdfunding. Ho realizzato il sito www.ubivade.com (Marco si è occupato anche di tutta la parte di comunicazione del suo progetto ndr) e la campagna su Kickstarter, tramite la quale è possibile contribuire alla produzione anche solo con 1 euro oppure si può pre-acquistare Ubivade a partire da 190 euro

Qual è l’obiettivo per la messa in produzione?
“Devo raggiungere 50 mila euro per l’inizio della produzione. Ma su Kickstarter ho già messo altri obiettivi, sono fiducioso”

Ho notato che tra questi c’è anche lo sviluppo dell’applicazione per non-vedenti. Mi sembra una cosa molto bella
“Grazie! Mi piacerebbe che anche chi non vede possa muoversi da solo e in sicurezza grazie alla mia cintura”

Sarebbe davvero un’impresa nobile. Vuoi ampliare i sensi umani!
“Tutto il progetto di Ubivade nasce proprio da questo desiderio. Hai mai sentito parlare di Umwelt? Immagina questo Umwelt come un’enorme sfera che circonda il tuo corpo, tanto larga quanto i tuoi cinque sensi riescono a catturare, filtrare e distorcere la tua visione del mondo. Questa sfera sarà diversa per ogni individuo, ma più grande sarà la sfera più grande sarà la nostra capacità di comprendere e interagire con il mondo che ci circonda. Il nostro obiettivo è di espandere la percezione sensoriale grazie alla tecnologia così da ampliare questa sfera, la nostra capacità di interagire con il mondo. Chissà cos’altro potremo vedere, sentire e inventare ampliando la nostra percezione del mondo”

Direi che è un inizio molto promettente. Non mi resta che farti un grosso in bocca al lupo e ricordare a tutti la campagna su Kickstarter!

E mi raccomando: quando inizia la produzione voglio testare subito Ubivade!

ubivade marco zagaria ideatore

1 comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like