V-Strom 650 XT, giorno 6: oggi, ce la godiamo.

La V-Strom 650 XT ed io, oggi, ce la godiamo. Un bel giretto in campagna lontano da traffico e smog è quel che ci vuole per dare un senso a questa settimana che volge al termine.

v-strom xt 650 long test motoreettoPer la V-Strom 650 XT le prove sono ormai finite. Non c’è nulla ancora da dimostrare. Anzi, casomai, c’è da tirare le somme perché oggi è il sesto giorno dei sette previsti e domani ci diremo addio. Prima di concentrarmi sulle conclusioni decido perciò di godermi questo sabato in sua compagnia e puntiamo le Trail Wing verso la campagna. Archiviata l’ennesima settimana di lavoro, orari, appuntamenti, un bel sabato primaverile tra i campi in fiore è quello che ci vuole.

Gironzolo dunque rilassato con la V-Strom 650 XT e penso che, diamine, è una buona moto. Sono abituato alle moto oneste, per questo ho scelto un po’ di tempo fa una Kawasaki ZRX e per questo in tempi più recenti una Honda Transalp 700. Apprezzo la sincerità nelle persone e nelle due ruote. Sarà forse questo il motivo per cui io e la V-Strom 650 andiamo d’accordo: non ci sono ipocrisie, ci diamo simpaticamente del tu sin dai primi metri e ad entrambi ci piace dare.

motoreetto long test suzuki v-strom 650 xt

Lei è generosa: un motore ricco di coppia pur essendo “solo” un 650 bicilindrico, e una dotazione che più completa non si può al prezzo con il quale compri in pratica uno scooterone. Il listino dice 8.590 euro f.c., ma non è raro trovare qualche offerta presso la rete di concessionari. A questa cifra la V-Strom XT ti offre una settantina di cavalli, comfort per due, ABS, plexi regolabile, computerino di bordo con contamarce, cerchi a raggi con pneumatici tubeless… Insomma un bel pacchetto.

seat suzuki v-strom 650 xt motoreettoAl di là del value for money – grande punto di forza a mio avviso – c’è da dire che la V-Strom 650 è meglio da guidare che da guardare, almeno sempre secondo il mio modestissimo avviso. Esteticamente continua a non entusiasmarmi. Meglio salirci in sella e fare un giro, allora sì che si trova più soddisfazione. Il suo habitat è il misto con dei bei cambi di direzione da raccordare. Si viaggia costanti e non ci si stanca.

Andiamo così tutto il giorno e mi dimentico di fare benzina, le “tacchette” digitali dell’indicatore non si muovono. Ma da quanto tempo è che non faccio il pieno? Vabbè se non vuole fermarsi lei, mi fermo io. Una bibita, uno sguardo all’orizzonte e poi via di nuovo. Lontano dalla città, lontano da tutti, soltanto io e lei.

test vstrom 650 xt motoreetto

Cosa mi è piaciuto di più oggi:

  • La guida in relax: di lei ti puoi fidare. Generosa come poche.

Cosa mi è piaciuto di meno oggi:

  • La stimo, ma non riesco ad innamorarmi perdutamente.

Continua a seguirmi qui, su Twitter con #VStrom e #ParloDiMoto o sulla mia pagina Facebook, e non dimenticare di dirlo ai tuoi amici. Ciao!

1 comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like