La seconda, stupenda Fuoricena!

fuoricena capitolo 2 cover

Eh sì, ci abbiamo preso gusto. Ecco tutto quello che è successo nel secondo capricciosissimo capitolo della Fuoricena. 

La prima Fuoricena ci ha gasato (vedi il post) ed è stata una figata totale. Ci siamo divertiti un sacco e le reazioni sia dei partecipanti sia di chi ha visto il video e le foto pubblicati, ci ha spronato a inventarne subito un’altra. Come annunciato in questo sito, la Fuoricena capitolo 2 si è svolta il 30 agosto scorso, ma – mi scuso per i tempi di gestazione di questo report – te ne rendo conto soltanto ora. Il mese di settembre è stato particolarmente impegnativo per il sottoscritto, tra lavoro, viaggi e raccolta di materiale foto video per l’inverno. Da brava formichina ho messo in cascina un sacco di contenuti per riscaldare il tuo inverno! Ma questo è un altro discorso, ora vi racconto com’è stata la Fuoricena Capitolo 2.

Non sai cos’è la Fuoricena? Qui tutto sulla cena più fuori che c’è! >>

fuoricena capitolo 2 gruppo arcobaleno beigua

Una spiaggia tutta per noi

Il ritrovo prefissato era presso il bar Maiali con le Ali ad Albissola Marina. Radunati i partecipanti, una ventina in tutto, siamo scesi sulla spiaggia adiacente che era stata riservata per l’occasione. Eh sì, una spiaggia con “palme” di legno al posto degli ombrelloni tutta per noi! Purtroppo il meteo aveva deciso di metterci un pochino il bastone tra le ruote con un’aria freddina e qualche goccia di pioggia. Si sa la fortuna aiuta gli audaci e ci siamo messi sotto l’ombrellone di legno e palmizi ad attendere che il sole agostano si rifacesse vivo. E così è stato. Tra qualche chiacchiera e la conoscenza di nuovi amici, abbiamo consumato il “light lunch a chilometro zero” preparato dai ragazzi di Maiali con le Ali. Un sacchettino di carta con un contenuto delizioso e tutto artigianale e della zona: un sandwich con salame casalingo e uno con la deliziosa formaggella di capra che la signora Maria (una vicina di casa di Vanni ndr) confeziona con le sue preziose mani. Formaggella abbinata con il miele millefiori, anch’esso ovviamente proveniente dai boschi di Pontinvrea. Pane e grissini del fornaio locale e, trasgressione, una piccola birra bianca artigianale prodotta dal birrificio El Lissor di Sassello. Per smaltire i possibili effetti della birra – davvero ottima e leggera – ci siamo concessi qualche ora di relax e nel primo pomeriggio ci siamo messi a cavallo delle nostre moto. Direzione Riserva Naturale del Beigua.

fuoricena capitolo 2 maiali con le ali grissini e bugiardino

Non c’è Fuoricena senza fuori

I liguri della zona potrebbero osservare che la distanza non è tanta e che coprire le curve che vanno da Albissola fino al Monte Beigua non è certo un’impresa che prenda tutto il pomeriggio. Già… A meno che non si facciano delle rotte alternative. Ecco perché ci siamo presi la libertà di fare qualche deviazione…

fuoricena capitolo 2 ktm 1290 traverso

L’itinerario rimarrà volutamente un mistero, ma se siete pratici delle zone potete riconoscere i posti dalle foto e dal video girato dal nostro Dario Bologna. Abbiamo passato il pomeriggio su e giù per piccoli sterrati e stradine intra-comunali. Le soste erano corroborate da una nuova bevanda naturale: si chiama Boom e, anche se il nome fa pensare ad un energy drink, non lo è. I produttori la definiscono “Mental Drink”. Non è gassata ed è molto piacevole e dissetante, ve la consiglio (e non mi stanno pagando per farlo :D).

fuoricena capitolo 2 motoreetto e le ktm 1050 su sterrato

Il percorso ci ha condotto ad una piccola cascatella su di un minuscolo laghetto sperduto nel bosco. Un posto magico che ci ha stregato durante i sopralluoghi e che non potevano non scegliere per il nostro aperitivo. Parcheggiate le moto siamo scesi armati di grissini, salami, formaggelle e costume da bagno per passare un altro momento di relax. Nel frattempo il tempo ci ha concesso una temperatura più estiva e qualche raggio di sole ha accompagnato i nostri tuffi dalla cascata. Ripresa la marcia, finalmente, abbiamo iniziato la salita sul Monte Beigua.

fuoricena capitolo 2 bagno nel laghetto cascata

Finale alternativo sul Beigua

Curva dopo curva, oltre all’altitudine aumentava anche la nuvolosità. Presto ci siamo ritrovati completamente avvolti in una nebbia transilvanica. Purtroppo è un fenomeno piuttosto frequente da queste parti e al quale eravamo preparati, ma rimane il dispiacere di non aver potuto beneficiare dello splendido panorama che da qui ti fa ammirare l’intero golfo di Savona. Sicuri che avremmo rimediato a questo inghippo il mattino seguente (e così, posso dire, è stato) abbiamo raggiunto il punto di arrivo prefissato al Rifugio Pratorotondo.

fuoricena capitolo 2 motoreetto riding ktm 1050 in the woods

Marco, il gestore, ci ha messo la struttura a nostra completa disposizione e… ne abbiamo approfittato! Vestiti tutti eleganti ci siamo messi a tavola per degustare 11 varietà diverse di pesce tutte pescate nel golfo (nessuna di allevamento) ottimamente preparate dal nostro chef e servite in tavola dal nostro super cameriere, e per farci estasiare dai vini di Ca’ Dei Frati. Conoscevo bene il loro Lugana “I Frati”, pezzo forte della cantina e in assoluto uno dei migliori vini bianchi tu possa bere in vita, ma sono rimasto ammaliato anche dal “Rosa dei Frati” – in genere non amo i rosé perché mi provocano un leggero cerchio alla testa, ma non quando sono buoni come questo! – e dal Brut spumante “Cuvée dei Frati”. Non dovendo più guidare e con simili tentazioni alla portata puoi ben capire che non ci siamo potuti proprio trattenere…

fuoricena capitolo 2 ca dei frati

La serata è trascorsa in modo fantastico, tra un brindisi, un ringraziamento e qualche battuta, tra una risata e un aneddoto si sono consolidate vecchie amicizie e ne sono nate di nuove. Abbiamo avuto anche l’onore di avere alcuni ospiti eccezionali, in particolare l’amica Giorgia che, benché in un momento difficile, è venuta a regalarci il suo sorriso e ci ha riempito di gioia. Il risveglio è stato quello dolce di chi è appagato da una bella esperienza. Abbiamo fatto colazione assieme e poi ci siamo salutati, ognuno verso i propri doveri, la propria routine, ma tutti certi di avere nuovi amici e un ricordo unico.

fuoricena capitolo 2 brindisi

La prossima Fuoricena!!

Io, Vanni ed Ernest, salutati tutti gli amici, ci siamo guardati soddisfatti del lavoro fatto. Neppure il tempo di fare il punto su cosa migliorare che avevamo già steso il programma del terzo capitolo. Considerata la stagione e la nostra voglia di fare sempre qualcosa di diverso, la terza Fuoricena vivrà in un’altra dimensione spazio temporale. Sì, signori miei, si torna indietro nel tempo. Il prossimo 5 novembre si terrà la Fuoricena in Wartime. Per sapere tutto sul programma ti rimando all’articolo che pubblicherò nei prossimi giorni, nel frattempo segnati la data: 5 novembre 2016.

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, creatore di contenuti ad alto tasso motoristico. Moto blogger, autore di pubblicazioni di settore, video reporter e imperturbabile sognatore. Mi hanno dato dello Storyteller su due ruote e mi è piaciuto, per gli amici sono Motoreetto.

4 Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.