Mototerapia a Savona, il video racconto di una splendida giornata

La Mototerapia è l’unica terapia che fa bene a tutti, a chi la fa e a chi la riceve! Sono stato a Savona per una bella giornata di moto e solidarietà con Vanni Oddera e tutti i Daboot!

Vanni Oddera l’ha chiamata così, Mototerapia, un nome facile che racchiude in sé tutto quello che c’è da sapere su una serie di eventi che hanno un solo ammirevole scopo: far star bene trasmettendo passione. Si tratta di passione per la vita ancor prima che passione per le due ruote.

“Il Vanni” da Pontinvrea è un nome noto del freestyle italiano (gustati qui il mio video sulla sua storia) che ha un’energia contagiosa, impossibile non percepirla quando lo si incontra di persona. Questo scavezzacollo che di professione volteggia per aria con la sua KTM, ha trovato un modo molto positivo per trasmettere agli altri questa energia. Ha coinvolto tutta la sua famiglia, i Daboot – la crew di professionisti del freestyle più nota e apprezzata in Italia – per realizzare non uno, ma una serie di eventi mirati ad allietare chi nella vita è stato meno fortunato. La Mototerapia consta di due parti: al termine di uno show privato, i freestyler portano in moto gli spettatori per una passeggiata da protagonisti.

Forse definirla terapia è un po’ eccessivo, non è certo un presidio medico, ma Vanni e gli altri hanno notato sin dall’inizio che chi assisteva ai loro eventi ne traeva beneficio, non solo nel divertimento immediato ma anche nel medio periodo. L’emozione e l’adrenalina di assistere e di diventare parte integrante dell’evento oltre a ridare il sorriso a questi ragazzi, a detta delle famiglie e dei medici, li carica di positività per giorni. Una sensazione che li aiuta ad affrontare le sfide della malattia e di una vita sociale che esclude chi è diverso.

La Mototerapia, dunque, fa bene! Che sia o meno una vera terapia, fa comunque bene!

Notando però l’entusiasmo con cui Vanni mi parlava della Mototerapia e rivedendo foto e video degli eventi, mi è sorto un dubbio: ma questa terapia fa bene solo a chi la riceve o anche a chi la fa? Ho voluto andare a controllare in prima persona. Così sono stato a Savona dove, grazie anche al supporto di Costa Crociere, per il secondo anno i Daboot hanno saltato in una location fenomenale sul porto.

Spero che il video riesca a trasmettere almeno in parte l’emozione che riempiva l’aria al porto di Savona: non è stato solo uno show fantastico – questi qui della Daboot ci sanno davvero fare! – è stato indescrivibile vedere come tutti volessero salire in moto anche a discapito di difficoltà fisiche e come scendessero con un sorriso da un orecchio all’altro. Chi veniva portato e chi guidava…

Ho riguardato i ragazzi della Daboot e ho pensato ancora una volta alle parole di Vanni: fare del bene rende fighi! Cazzo se è vero, il Vanni da Pontinvrea c’ha proprio ragione, più i ragazzi del pubblico sorridevano, più i ragazzi con le moto diventavano dei giganti, dei fighi, diventavano persino più belli.

Tutti ma proprio tutti abbiamo l’opportunità di fare qualcosa per gli altri, a volte basta anche solo aprire gli occhi, e in quel caso stanne certo la terapia è valida per tutti, per chi la riceve e per chi la fa. Ti risveglierai più soddisfatto di te stesso e guardandoti allo specchio non potrai non notare che sei diventato molto, ma molto più figo.

Un ringraziamento speciale ad Angelo che ha realizzato per questo video le splendide immagini in slow motion! Qui trovate alcuni suoi video!

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, creatore di contenuti ad alto tasso motoristico. Moto blogger, autore di pubblicazioni di settore, video reporter e imperturbabile sognatore. Mi hanno dato dello Storyteller su due ruote e mi è piaciuto, per gli amici sono Motoreetto.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.