Come sono fatte le protezioni da moto?

Nelle nostre giacce e tute da moto sono inserite delle protezioni certificate che le rendono sicure. Sono stato in BETAC dove vengono prodotte e ho chiesto qualche consiglio…

Quando acquistiamo un capo tecnico per andare in moto ci concentriamo sempre sul materiale esterno, sul fitting, sul look, e non poniamo quasi mai attenzione a un aspetto fondamentale, quello delle protezioni.

E invece sono importantissime! Come è ovvio lo sono per gli aspetti legati direttamente alla nostra sicurezza in caso di impatto, ma lo sono anche perché se ben fatte consentono un miglior comfort e, di conseguenza, maggior disinvoltura nella guida.

La questione è emersa chiacchierando con gli amici di Moto One che mi hanno mostrato i vari tipi di protezioni che valutano e scelgono per i loro capi. Mi hanno parlato di un’azienda padovana rinomata per la produzione di protezioni, la Betac, e soltanto allora mi sono reso conto di aver visto mille volte quel nome senza mai aver approfondito il tema della produzione delle protezioni.

protezioni moto betac video di motoreetto su come vengono fatte le protezioni

Così sono stato in Betac e mi sono fatto raccontare come vengono prodotte le protezioni per moto scelte da alcuni tra i maggiori produttori di abbigliamento tecnico, brand noti a tutti noi ma che non posso nominare e che non ho potuto filmare per ovvi motivi di segreto industriale. Al di là dei prodotti “firmati” da questi marchi, però, Betac produce protezioni anche con il proprio marchio, come quelle usate per l’appunto da Moto One. E quelle sì, le posso mostrare e tutti noi le possiamo valutare quando andiamo a scegliere il nostro capo di abbigliamento.

Betac realizza protezioni di livello 1 e di livello 2 per tutte le varie posizioni e usi ed è costantemente impegnata nel migliorare sia i materiali sia le loro forme puntando sempre su maggior leggerezza e protezione lungo uno spettro sempre più ampio di temperature. Realizzare protezioni sempre più leggere e performanti incide sulla nostra sicurezza sia attiva, sia passiva.

Ho scoperto una produzione solo apparentemente semplice che ha in realtà molte complessità e ringrazio Betac per avermi dato la possibilità di approfondire la tematica realizzando questo video.

Il consiglio è quello di porre attenzione anche alle protezioni quando acquistiamo la nostra giacca o pantalone per moto perché non sono affatto tutte uguali. Guardiamo il cartellino, facciamo le nostre verifiche, siamo sempre più responsabili di ciò che acquistiamo. Buona visione e buona moto!


Realizzo i miei video con

Telecamera Sony RX10 Mark III

Telecamera GoPro Hero5 Black

Microfono Rode Video Micro

Microfono a spilla AGPTEK

Microfono wireless Beschoi 70M


Realizzato con la collaborazione di

Betac

Moto One

Natural Boom

Pakelo Lubricants

#RIDEMORE

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, creatore di contenuti ad alto tasso motoristico. Moto blogger, autore di pubblicazioni di settore, video reporter e imperturbabile sognatore. Mi hanno dato dello Storyteller su due ruote e mi è piaciuto, per gli amici sono Motoreetto.

1 Comment

  • Avatar
    Rispondi Gennaio 31, 2019

    Parduz

    Ciao!
    Bel video.

    Ma mi ha sempre incuriosito una cosa: esistono paraschiena per snowboard che rispettano (sulla carta, almeno) le stesse normative di quelli da moto, solo che costano 30€ invece di 150, o 200. E non sto parlando di cinesate ignote, ma di roba venduta da Decathlon e prodotta (sulla carta) in Francia.

    Sarei curioso di sapere che differenze (in “prestazioni”) ci sono (a parità di normativa), di materiali o di durata; ho sempre il sospetto che siccome siamo motoclisti qualcuno pensi che siamo spennabili (come avviene un po’ in qualunque settore: i negozi di acquari vendono roba da idraulica normale a 10 volte il prezzo originario, per dire) e che a volte il prezzo delle cose che compriamo sia “politico” più che reale.

    Tu che dici?

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.