Verve Moto Tracker 125i: la piccola teppista

La mia recensione della Verve Moto Tracker 125i, una moto essenziale, dark e ribelle che ricorda le moto da regolarità degli anni Settanta e le “sand tracker”, per divertirsi ovunque e a tutte le età.

Tre anni fa ho avuto la fortuna di essere tra i primi a raccontare la nascita del marchio Verve Moto e a recensire le loro prime moto (vedi il mio video sulla Classic 125S). Ancor prima avevo intervistato il loro ideatore Eugenio La Torre, quando era “un customizer emigrato” a Bali. Ci siamo conosciuti così, in quell’intervista nel 2014. Di quella sua esperienza a Bali è sicuramente figlia la Tracker 125, oggetto di questa prova e dei desideri di giovani di tutte le età.

La Tracker 125i (dove la i sta ovviamente per iniezione, dato che i primi modelli Verve Moto erano a carburatori) è una moto leggera ed essenziale nelle dotazioni, con una spiccata personalità e che soprattutto sembra uscita dal garage di un customizer. E invece è una moto di serie!

Consulta la scheda tecnica sul sito vervemoto.com >>
https://www.instagram.com/p/BqSI1KAHNUs/

La moto che vorrebbe Henry Ford

Se Henry Ford fosse qui oggi, si complimenterebbe di certo con i ragazzi di Verve Moto per aver ripreso, un secolo più tardi, almeno due delle sue celebri massime:

“Ciò che non c’è, non si può rompere” e “ordinatela di qualunque colore purché nera”.

La Tracker è curiosamente ordinabile soltanto in due tonalità di… nero. O nero lucido o nero opaco, entrambe allo stesso prezzo. Si può però ordinare le parti verniciate come il serbatoio di un colore diverso, ma l’idea che sta alla base di questa scelta è non solo all’insegna del contenimento dei costi, quanto di dare possibilità di personalizzazione. La Tracker è la moto di chi si vuole divertire a giocarci esteticamente.

L’essenzialità e la costruzione in Cina hanno consentito a Verve Moto di contenere il prezzo a un competitivo 3.190 euro. Non bisogna pensare però che sia per questo una moto povera. Proprio come il Model T fordiano, appare solida, esteticamente efficace e anche se qualche dettaglio tradisce una certa economicità, ha tutto quello che serve. Infine ciò che c’è è fatto per funzionare e durare.

Ribelle nel look, parsimoniosa nella sostanza

Troviamo un motore robusto e parsimonioso che, per di più, risulta sufficientemente divertente su una moto che pesa soltanto 120 kg.

I freni hanno disco a margherita e sono dotati di frenata combinata CBS, che assieme all’iniezione rappresenta l’unica concessione all’elettronica e alla modernità. La ciclistica è bella solida e la rende agile e perfetta nel misto stretto. La posizione di guida è abbastanza comoda grazie alla buona distanza delle pedane dalla sella e al manubrio correttamente dimensionato.

Infine ha uno scarico corto e dalla sonorità pronunciata che la fa sembrare una moto di cilindrata superiore oltre a contribuire al look da special.

Insomma, a questa Tracker non manca nulla per far conoscere il marchio Verve Moto a un numero ancor più grande di motociclisti. E se il suo stile già personale non ti bastasse, sul sito www.vervemoto.com è possibile accedere al configuratore e renderla ancora più personale.

https://www.instagram.com/p/Bqb6g3gnmMa/

#RIDEMORE

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, creatore di contenuti ad alto tasso motoristico. Moto blogger, autore di pubblicazioni di settore, video reporter e imperturbabile sognatore. Mi hanno dato dello Storyteller su due ruote e mi è piaciuto, per gli amici sono Motoreetto.

Be first to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.