Battle of the kings 2017: italian showdown

Battle Of the Kings di Harley-Davidson giunge alla terza edizione. Ho assistito – e votato! – alla serata finale. Ecco tutto sul contest custom dell’anno.

Quest’anno è andata in scena la terza edizione della Battle Of the Kings, iniziativa di Harley-Davidson che fa sfidare i propri concessionari e i loro Custom King in un contest sulla personalizzazione. Nato come iniziativa per accompagnare in Europa il lancio di una moto totalmente inedita come la Street 750, visto l’apprezzamento di pubblico e stampa, l’anno scorso è stato replicato con la Iron 883 e quest’anno è la volta dell’ultima nata della famiglia Sportster: la Roadster.

Battle Of The Kings, come ormai possiamo dire per tradizione, inizia e si conclude a EICMA. Nel mese di gennaio tutti i concessionari partecipanti hanno caricato sul sito dedicato le foto della propria creazione e hanno atteso il giudizio del pubblico. Ieri sera, 23 febbraio, le 12 moto che hanno ottenuto maggiore consenso si sono ritrovate nella serata finale, il cosiddetto Italian Showdown, per sfidarsi.

Ero nella platea di invitati da Harley-Davidson ad esprimere il proprio giudizio sulle 12 finaliste e ho votato per la moto di H-D Perugia, la Bomb Tracker che poi è stata proclamata vincitrice per quanto riguarda il nostro Paese. Ora dovrà vedersela con le altre customizzazioni europee e a novembre sapremo chi è il King of Custom 2017. Nel video racconto come si è svolto il contest, la serata e perché secondo me è la meritata vincitrice.

#RIDEMORE


La mia attrezzatura video:
GoPro Hero5 Black
GoPro Hero4 Black
Stabilizzatore Feiyu G4
Canon HFS21
Faretti neewer

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi