BMW presenta la K 1600 B

B come bagger! BMW presenta a sorpresa e – non a caso – negli States la nuova interpretazione su base K 1600. Per chi cerca comfort e opulenza a manetta.

BMW ha svelato a sorpresa la nuova K 1600 B, dove B sta appunto per “bagger”, stile particolarmente apprezzato negli States e che non viene disdegnato neppure nel Vecchio Continente. Non è un caso che prima di BMW ci avesse pensato anche Honda e che prima di loro i marchi americani, Harley-Davidson in primis ma anche Victory e Indian, abbiano spinto su questa nicchia di mercato che fa pochi numeri ma è decisamente Premium. In parole povere si tratta sempre di moto molto costose oltre che molto ingombranti.

bmw k 1600 b tre quarti anteriore

La K 1600 B unisce lo stile bagger alle caratteristiche da macina chilometri tipicamente bavaresi e se la guardi bene noterai che c’ha su un mirino con scritto Gold Wing. Chiaro che l’avversario principale sia proprio la giunonica giapponese. Caccia grossa insomma. In entrambi i casi abbiamo motori a sei cilindri, anche se con schemi diversi, e in entrambi i casi abbiamo dimensioni extra-large e comfort in abbondanza. Il tutto condito da diavolerie tecnologiche di ogni sorta.

bmw k 1600 b posteriore destro

La nuova bagger di BMW deriva ovviamente dalla tourer K 1600 GT della quale rappresenta una variante stilistica importante e che non ha precedenti. (anche se non è la prima volta che BMW mette lo zampino nel mondo custom…) Come la K 1600 è mossa dal sei cilindri in linea da 160 CV e 175 Nm: l’ho provato in passato sulla GT e ha un’erogazione favolosa con un suono profondo, tutt’altro che scorbutico quindi perfetto per questo genere di moto.

bmw k 1600 b posteriore sinistro

Mentre mi immagino su una bella highway o sul Big Sur, guardiamo un po’ assieme quali sono le caratteristiche salienti diramate da BMW e non facciamoci troppe domande sull’essenza del motociclismo e bla bla bla. Per una volta, pensiamo in grande e grosso e godiamoci sta opulenza tedesca.

Sintesi nuova BMW K 1600 B:

  • motore sei cilindri in linea in base alla norma Euro 4, dalla potenza di 118 kW (160 CV) a 7750 g/min e la coppia massima di 175 Nm a 6500 g/min.
  • Design bagger con silhouette fortemente slanciata e aerodinamica, coda bassa.
  • Telaio della coda basso per un’altezza ridotta della moto nella sezione posteriore, altezza della sella del passeggero ridotta (- 7 cm) e tipico look bagger.
  • Valigie laterali montate fisse con nuova suddivisione, copertura della sezione centrale della coda e unità d’illuminazione integrate, nello stile statunitense.
  • Terminali di scarico cromati, posizionati parallelamente alla strada, con mascherine dei terminali con alette.
  • Parafango posteriore sollevabile per uno smontaggio più semplice della ruota.
  • Grazie a deflettori e fianchetti della carena fortemente arretrati, efficiente protezione contro il vento e le intemperie.
  • Parabrezza corto nel tipico stile bagger, a regolazione elettrica.
  • Di serie: sospensioni a regolazione elettronica Dynamic ESA con adattamento automatico dell’ammortizzazione e modalità di ammortizzazione “Road” e “Cruise”.
  • Sistema di retromarcia per una manovrabilità più semplice, disponibile come optional.
  • Cambio elettro assistito Pro per salire di marcia e scalare la marcia senza frizione, offerto come optional.
  • Chiamata di emergenza intelligente per un soccorso veloce in caso d’infortuni e di situazioni di emergenza, ordinabile come optional (solo nei mercati europei con disponibilità ConnectedDrive).
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like