BMW R Nine T, tutto vero

Bel modo di festeggiare il compleanno: BMW R Nine T è il regalo che BMW si è fatta per i suoi primi 90 anni.

bmw r nine t 14Due anni fa ci aveva solleticato la fantasia con il prototipo Lo Rider, una café racer “modulare”, che poteva essere personalizzata e modificata a piacimento. Il riscontro era stato positivo e con la consueta discrezione tedesca i tecnici BMW hanno portato avanti il progetto. La BMW R Nine T esce allo scoperto prima di EICMA 2013, in un momento quanto mai propizio per le café racer e special in genere basate sul motore boxer. Una delle ultime tendenze è proprio quella di riprendere vecchie BMW a cilindri contrapposti e renderle più ruvide e quindi… più fighette.

Non a caso pochi mesi fa si è vista una BMW rivisitata dal buon Roland Sands… Alcuni elementi della Concept 90 si ritrovano in effetti in questa nuova BMW R Nine T, basta guardare il telaietto posteriore. Il codino è forse la parte che più incuriosisce e sulla quale più s’è scatenata la verve creativa dei designer tedeschi: è possibile sceglierlo in diverse configurazioni ed è possibile anche smontare la parte finale. Fanale e targa a quel punto si possono montare sugli appositi attacchi sul forcellone, ma la moto perderebbe l’omologazione.

La R Nine T, oltre che un prodotto estremamente interessante, è una vera e propria operazione di immagine e marketing: basta dare un occhio al sito che è stato creato per lei CLICCA QUI Un modo per sfruttare il rinnovato fascino di BMW in un segmento, quello delle naked classiche, delle special e delle cafè, che da tanto tempo non la vedeva come protagonista.

La base di partenza per la R Nine T è stata la R 1200 R, ma gli elementi in comune sono decisamente pochi. bmw r nine t 15Oltre al boxer bialbero 1.170 cc da 110 CV a 7.750 giri e 119 Nm raffreddato ad aria, al cambio, a strumentazione e comandi, poco altro è comune con la naked turistica – per la quale ad EICMA dovrebbe giungere il momento del pensionamento. Non mi dilungo sulle specifiche tecniche, quanto punterei l’attenzione sui dettagli che, ancora una volta, BMW ha voluto dedicare a chi fa turismo in moto. La considerazione superiore di cui gode BMW sta proprio in questi accorgimenti, ovvero nel progettare la moto già in tutte le sue fasi di utilizzo e nel mostrare da subito le possibilità che essa offre.

Cosa intendo? Guardate la gallery e soffermatevi sulle foto che vedono la R Nine T con i bagagli: chi non si sparerebbe un bel viaggetto con lei?

Chapeau a BMW.

 

 

1 comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi