E tu, che hai fatto da giovane?

Un giorno i nipoti di Trevor glielo chiederanno e lui si è preparato la risposta in 3 anni in giro su una vecchia Honda Four con un video che ha rischiato di diventare troppo presto il suo testamento.

Noialtri lo capiamo sin d’ora che quando saremo vecchi saremo dei gran rompicoglioni. Ce l’abbiamo nel DNA di voler raccontare quello che facciamo perché sappiamo che quando si diventa vecchi si hanno due possibilità: o si parla del tempo o si ricorda. Per questo oggi cerchiamo di vivere piccole grandi avventure e cerchiamo di raccontarle, per avere del materiale di prima mano e imparare sin d’ora come si fa a raccontarlo ai nostri nipoti. Mi imbatto nel video di Trevor come sempre per caso, ma non a caso si chiama “When were you young?”, ovvero “Quando sei stato giovane?”.

Trevor Ware 01Beh Trevor Ware una bella storia da raccontare se l’è preparata e i suoi nipoti non rimarranno di certo delusi, anche perché i colpi di scena sono andati ben oltre le sue aspettative.

Trevor è partito e se n’è andato in giro per il continente americano su di una vecchia Honda CB 500 Four, facendo quello che in fondo facciamo in molti quando saliamo sulla nostra moto: realizziamo il sogno di tutti coloro che immaginano una vita diversa, desiderano quella fuga che probabilmente non arriverà mai. Trevor se l’è presa quella fuga ed è qui. Quello che è successo ce lo lascia più che altro intuire perché la sua è una video testimonianza strana, fatta di scatti montati rapidamente in maniera quasi ossessiva, sempre incalzante. Sono tre anni in giro, sono cose viste di passaggio, volutamente non c’è continuità. Non si riesce ad affezionarsi ad una scena che ce ne vengono proposte altre due, proprio come quando si vive on the road. Libertà, scoperta, condivisione, solitudine, riflessione, ricerca e spensieratezza si frullano in un concentrato di vita accompagnato da una coinvolgente colonna sonora.

Trevor Ware 02Trevor ha fatto centro, è riuscito nel suo intento di viaggio e nella volontà di raccogliere una testimonianza fedele di cos’ha combinato. Così gli mando una mail, gli scrivo che voglio pubblicare il suo video perché mi ha conquistato il suo messaggio, ma Trevor non mi risponde. Passano le settimane senza alcuna notizia, sono cose che succedono per cui non do importanza, soltanto mi rammarico di non poterti raccontare di questo video. Pochi giorni fa, invece, arriva una risposta, ma a scrivere non è Trevor, bensì la sua ragazza.

Purtroppo Trevor è rimasto vittima di un grave incidente in moto: un automobilista ubriaco l’ha investito e l’ha ridotto in fin di vita. Con pacatezza mi racconta che ha atteso a rispondere perché voleva che prima Trevor si risvegliasse dal coma. Ora è iniziata la riabilitazione, la faticosa risalita alla normalità, un altro inaspettato e difficile capitolo che potrà aggiungere al suo “When were you young?” che, miracolosamente, non è diventato un triste testamento, ma la testimonianza pulsante di una passione ardente e di una vita vissuta appieno.

Ne avrà da raccontare il nostro Trevor, e gli auguriamo di realizzare ancora tante altre belle storie vere.

Scritto a quattro mani con Nicoletta Rolla.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like