Harley-Davidson il 2016 è già qui

Harley-Davidson 2016: ecco tutte le novità da Milwaukee per il prossimo anno.

Non ho mai fatto mistero – anzi – della mia personale simpatia per il marchio americano, non risulti perciò una sorpresa il mio interesse per le novità annunciate in queste ore per il prossimo anno. Come di consueto, Harley-Davidson convoca la stampa sul finire dell’estate per svelare quelle che sono le novità per la gamma dell’anno successivo. Ecco perciò che al rientro dalle nostre vacanze ci ritroviamo ingolositi con i modelli che si possono già a breve ordinare in concessionaria (sempre che dopo i tuoi viaggi estivi ti sia rimasto giusto qualche spicciolo).

Bando alle ciance e vediamo cosa propongono quest’anno dal Wisconsin.

harley-davidson-road-glide-ultra-2016_02

Soltanto entrando nelle “logiche” Harley-Davidson si possono capire come moto che apparentemente rimangono immutate da un decennio all’altro vengano invece rinnovate praticamente ogni anno. Solitamente vengono fatti moltissimi interventi di dettaglio, continue migliorie e più raramente si assiste a novità che fanno epoca. Si tratta di un continuo e progressivo miglioramento che rende le Harley ogni anno leggermente diverse eppur sempre fedeli a se stesse. Non dev’essere un compito facile. Non lo è neppure tenere a mente i cambiamenti e porta ad essere veramente degli adepti per poterne decifrare gli sviluppi. Talvolta si assiste all’introduzione o all’uscita (anche clamorosa) di alcuni modelli che, magari bisognosi di una cura più sofisticata, ritornano dopo due o tre anni in listino completamente rinnovato come, quest’anno, è il caso della Road Glide Ultra.

Ma come, dirai, non c’è già la Road Glide Special? Che ce ne facciamo dell’Ultra? Stai sereno che se lo hanno fatto qualcosa di nuovo c’è.

harley-davidson-road-glide-ultra-2016_02

Scorrendo il comunicato stampa e la scheda si conclude rapidamente che in realtà la moto è quasi completamente nuova. Rinnovata stilisticamente non solo per vezzo di look ma nell’ergonomia di pilota e passeggero (ancora più comodo di un sultano), la Road Glide Ultra è la vera macina chilometri ed è un classicone che ha orde di estimatori in tutto il mondo. Ora lo è ancora di più, anche perché promettono un miglioramento nel comfort e nell’aerodinamica. Non può mancare un intervento anche nelle prestazioni, con l’introduzione del motore Twin-Cooled Twin Cam 103 (lo so, sti nomi son proprio roba da nerd, sarà per questo che mi piacciono un casino). Che significa? Significa un motore più efficiente e più potente con una coppia ancora maggiore rispetto al Twin Cam 103 delle altre Touring di oltre il 10% grazie all’adozione di un nuovo sistema di raffreddamento che (udite, udite) non rinuncia all’aria ma introduce il liquido. In pratica beneficia di tutte le novità introdotte grazie al progetto RUSHMORE, che in buona sostanza ha coinvolto i possessori Harley per un miglioramento “collettivo” e basato sull’esperienza dei modelli in gamma. Ecco perciò che si notano nuove forcelle da 49 mm, freni con ABS Reflex™ Linked, parafanghi più eleganti, ruote in fusione di alluminio Enforcer più leggere, grafica della strumentazione ritoccata e migliori comandi manuali. Anche il cruise control è di serie sulla Road Glide Ultra, come il GPS e l’impianto stereo BOOM e il sistema di infotainment con touch screen. Roba che per farti scendere ti devono abbattere.

harley-davidson-iron-883-2016_01

Dando un’occhiata a tutta la gamma, le novità vanno principalmente in due direzioni: miglioramento del comfort ed accento dark nel look. Lo si nota, ad esempio, sulle Sportster che beneficiano di nuove selle più comode e di nuove sospensioni anteriori e posteriori con quest’ultime (finalmente) regolabili.

harley-davidson-iron-883-2016-seat

Particolarmente bella la nuova Iron 883, ma è di certo ben riuscita esteticamente anche la Forty-Eight che non perde nulla del suo fascino, anzi.

harley-davidson-forty-eight-2016_01

La Street Bob si fa Special con l’introduzione di un nuovo modello dotato di drag bar anziché manubrio midi ape hanger, pedane avanzate e dettagli estetici specifici.

harley-davidson-street-bob-special-2016-01

Più di rilievo sono però le novità che riguardano le Softail: per tutte arriva come previsto il Twin Cam 103 prima riservato alle Touring e per tutte arriva il Cruise Control (di serie su Heritage Softail Classic, Softail Deluxe, Fat Boy S e Softail Slim S e optional sugli altri modelli) ma ad attirare l’attenzione sono sicuramente la Fat Boy S e la Softail Slim S, due modelli speciali che introducono la serie S ovvero dotate del più potente Screamin’ Eagle Twin Cam 110 prima riservato soltanto alle CVO.

harley-davidson-softail-slim-s-2016_01

Sempre tra le Softail va registrato il restyling della Heritage Softail Classic il cui fascino da classicone rimane immutato ma migliora, oltre che nel motore e con il Cruise Control, anche nella struttura di supporto delle borse laterali.

harley-davidson-softail-heritage-2016_01

Un personale moto di piacere l’ho provato nel vedere il ritorno del Road King, sempre bellissimo, non mi accontentavo di vedere in listino il solo Road King Classic.

harley-davidson-road-king-2016_01

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like