Heels & Wheels party – Com’è andata?

Un discreto carnaio: forse l’affluenza ha superato persino le aspettative degli organizzatori, di certo ci si è divertiti.

Come promesso l’altra sera sono andato al 2° Heels & Wheels di Chop And Roll. Non amo le folle e la ressa, quindi al momento di procurarmi il mio spiedino di carne e la mia birra ammetto di aver sospirato con non trascurabile fastidio. Consola, un pochetto, che a fare la fila e a sbuffare come me ci fosse il presidente di EICMA, notoriamente appassionato di custom e presenza fissa di belle festicciole come questa. Ci siamo guardati e abbiamo sbuffato più forte verso l’incolpevole barista: insomma disguidi che capitano. Il fatto è che c’era proprio parecchia gente e la bella cornice di Innvilllà è risultata un pochetto stretta al gruppone di appassionati che si sono radunati per la seconda edizione di Heels & Wheels. Altro neo: le zanzare, ma su questo mica si poteva chiamare la disinfestazione. Chi vive a Milano sa che le zanzare di San Siro competono con quelle dei Navigli e del Parco Lambro per strafottenza e dimensioni. Parlando di cose serie, piuttosto, c’è da dire che è stata una bella festicciola e mi spiace per voi se ve la siete persa. C’era tutta la scena custom milanese (e non) e personalmente ho rivisto un po’ di vecchie (si fa per dire) facce che non rivedevo da un po’ e mi ha fatto molto piacere. Era un party, quindi mica posso dirvi tutto, insomma immaginatevi un po’ voi l’atmosfera: musica, profumo di salamella sulla griglia, chiacchiere sull’ultima o la prossima special o su quel viaggio in programma durante l’estate e qualche sexy pin up a smuovere un po’ gli ormoni. Fuori parcheggiati con ordine i ferri, belli come sempre, e qualche pezzo a quattro ruote degno di nota come vecchi pick up, hot rod e maggiolini chopperizzati. Una delle cose più fighe della serata, a mio modesto parere, era tuttavia l’angolo barbiere ricavato nell’eleganza della villa ottocentesca. Vuoi mettere farsi aggiustare le basette in una seratina come questa?

foto credit: Chop And Roll.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi