Paper Pill: nuovo video on the road!

I Paper Pill, band milanese nata oltremanica che ho avuto il piacere di conoscere di persona, debuttano oggi con un video tutto on the road girato durante un viaggio in moto tra Italia, Francia e Spagna. Ecco a voi Beetween a Planet and Jet Lags, diamo un caloroso in bocca al lupo ai Paper Pill!

paper pill cantanoSarà che li conosco di persona – sì ok sono uno di quelli che se la mena perché conosce un vip, mettiamola così – ma quando mi è arrivato il comunicato stampa sul lancio di “Between a Planet and Jet Lags“, primo singolo dei Paper Pill, un pochino mi sono emozionato e ho pensato: E vai, forza ragazzi!

Clicca qui per la pagina Facebook dei Paper Pill!

“E” (chitarra e voce) mi aveva fatto sentire poco tempo fa il pezzo in lavorazione e mi era piaciuto subito. Non sono un espertone ok, ma mi è subito sembrato buono, azzeccato. Sapevo che in comune abbiamo la passione per le due ruote vere e ruspanti e il piacere di viaggiare ciondolando tra una curva e l’altra, ma la sorpresina mi è arrivata con il video: non avevo idea che avrebbero utilizzato il materiale registrato on board durante il loro viaggio di 7 giorni (e più di 2.000 km) per l’Europa.

Mi aspettavo un giochino con palline di carta e invece un video in moto… Lo hai fatto apposta per farmi condividere il video? Come è nata l’idea di lanciare il primo singolo con un video totalmente on the road?

E: a dire il vero ci ho pensato mentre ero in viaggio. Filmavo per divertimento e all’improvviso dentro al casco mi sono reso conto di come una canzone possa metterti in uno stesso mood nonostante davanti a te l’ambientazione cambi di continuo. La prospettiva, insomma, cambia, tu non sei lo stesso di due metri prima e quella musica ti accompagna. Between a Planet and Jet Lags è proprio così, ti accompagna, ti segue, è stata con me dentro quel casco per tutto il viaggio. Inizia con “my dear friend whom I to…”, come una sorta di “caro amico ti scrivo” rivisitato ed è tutto un discorso che un amico fa a un altro. È una canzone che parla di viaggi mentali, mi sembra perfetta per le due ruote, no?

Oh sì lo è. Seconda domanda di rito: per il prossimo pezzo non ci farete aspettare il prossimo viaggio in moto vero?

E: no no, non bisognerà aspettare così tanto anche se spero di farmelo presto un bel viaggio in moto! Ad ogni modo stiamo lavorando all’album e speriamo di potervi dare altre belle sorprese di Natale 😉

Non ci resta che seguirvi su Facebook, sperare di vedervi ancora in moto, augurarvi in bocca al lupo e… Non è che venite nel mio salotto per una live session durante una puntata del vlog?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi