Skully: il futuro del casco è già qui

Skully è ciò che potremmo definire come il primo “smart-helmet” della storia: impressionante. Sarà così il casco del futuro? Leggi e guarda il video.

Skully è un casco con integrata una telecamera posteriore con ottica a 180° che proietta su un microschermo posto sotto al tuo occhio destro, ciò che succede alle tue spalle. Allo stesso tempo puoi usarlo come navigatore GPS o semplicemente collegarlo al telefono e ascoltare la tua musica o parlare al telefono con la fidanzata o la mamma nel massimo comfort e senza distrazioni. Detto così sembra tutto normale, e invece il progetto a mio modesto avviso è impressionante e se funziona veramente come mostrato nel video di presentazione e sul sito www.skullysystems.com può realmente segnare un passo in avanti nel concetto di casco motociclistico. Anche perché dall’11 agosto è possibile pre-ordinare Skully, progetto che, sfruttando il crowdfounding, ha già ampiamente superato la cifra iniziale per la produzione. La cifra da sborsare per accapparrarsi oggi il casco del futuro è da capogiro… o da perderci la testa… insomma, costa ancora caro, ma è il prezzo da pagare per essere i primi, gli innovatori.

lo schermo di skully helmetCosa mi piace di Skully:

L’idea di avere sott’occhio ciò che succede dietro di me e allo stesso tempo di avere in un unico strumento che già utilizzo, una serie di altri strumenti utili non può che piacermi. Abbiamo tutti visto come uno smartphone abbia cambiato le nostre abitudini e il nostro modo di comunicare e vivere le relazioni e non solo a giudicare dalle persone che camminano per strada fissando il piccolo schermo.

Cosa non mi piace di Skully: skully navigatore video schermo casco helmet

Nondimeno c’è una parte di questo scenario che mi terrorizza. Uno “smart-helmet” sarà veramente in grado di ridurre le distrazioni o, anzi, ne sarà causa? Oggi le distrazioni per chi è alla guida sono tante, lo sono per chi va in moto e lo sono ancora di più per chi guida un’auto: un casco di questo tipo non ci porta a essere sullo stesso livello di input di un automobilista? Inoltre, aggiungo che quando vado in moto io mi rilasso. Uno strumento come questo quanto sarà invasivo? Quanto sarà in grado di darmi maggior confidenza e farmi vivere ancora di più il piacere di guidare?

skully helmet specs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi