Unchained: il film che racconta la storia del Freestyle Motocross

Unchained è il titolo di un film che racconta la storia e l’evoluzione del Freestyle Motocross dalle origini ad oggi, un documentario da vedere. Ecco dove.

Ho appena guardato “Unchained, the untold story of Freestyle Motocross” e ho deciso di parlartene, perché credo meriti veramente di essere visto da appassionati di motociclismo e non.

Ricordo che al tempo della mia infanzia alla sola parola documentario ci scappava lo sbadiglio. E non perché fossi un bimbo ribelle con problemi di attenzione, anzi a me i documentari in genere piacevano anche, ma quasi sempre erano talmente pallosi che non riuscivi a vederli fino alla fine. Sia a causa delle tematiche sia, più spesso, per via di ritmi troppo lenti. Tutta sta premessa per dire che quello documentaristico oggi è un genere in piena riscoperta che gode una nuova primavera. Il merito è anche da attribuire al modello di fruizione del web e ora delle tv on demand, ma principalmente sono cambiati proprio la scelta del tema e lo stile narrativo oltre che il ritmo. Insomma guardare i documentari di oggi è a tutti gli effetti come guardare un film che in più ti spiega un fenomeno, ci scava dentro, ne evidenzia le peculiarità più nascoste e riesce ad emozionarti.

È il caso di “Unchained, the untold story of Freestyle Motocross“, film del 2015 di 1 ora e 32 minuti diretto e prodotto da Paul Taublieb e Jon Freeman. A narrare le gesta di più matti tra i motociclisti, c’è la vellutata voce di Josh Brolin che intervalla gli spezzoni storici e le interviste ai grandi protagonisti storici della disciplina: Travis Pastrana, Brian Deegan, Seth Enslow, Carey Hart e Mike Metzger ripercorrono le tappe fondamentali di una disciplina così giovane e così rapida nel progredire.

Le origini del fenomeno freestyle è da ricercare proprio nel lavoro degli stessi Taublieb e Freeman che, con le loro VHS “Crusty Demons“, diedero il via al fenomeno. Nel 1994, infatti, fecero scoprire al mondo che alcuni grandi campioni di Motocross praticavano nel tempo libero il “freestyle”. L’effetto di “Crusty Demons of Dirt” fu devastante, tanto per i piloti che correvano nel Supercross e non avrebbero potuto fare quelle prodezze senza consenso di sponsor e AMA, sia per il grande interesse del pubblico che si dimostrò subito entusiasta di quello stile “libero”. Taublieb e Freeman furono anche tra gli ideatori e i promotori degli X-Games, ancora oggi evento di riferimento per il Freestyle Motocross e padrini della crew “Crusty Demons” che raggruppa i più famosi freestyler.

Unchained, attraverso il vivo ricordo dei suoi più eminenti protagonisti e le immagini di repertorio, ripercorre l’evoluzione di questa disciplina così artistica, pericolosa e controversa. L’ho guardato con molto interesse e con molto piacere, perché è un documentario di alto livello qualitativo e con un ritmo appropriato all’argomento adrenalinico. Immagini di impatto, eccellente montaggio, avvincente costruzione narrativa e testimonianze originali lo rendono un film da gustarsi in un ora e mezza di divertimento da divano. Unchained è in sola lingua inglese ma lo puoi vedere sottotitolato in italiano su Netflix (c’è un mese di prova gratuita se non sei già abbonato) oppure lo puoi vedere in streaming su Vimeo a questo link al costo di 6,99 euro. Per completezza, ti dirò che su Youtube l’ho trovato anche piratato ma la qualità è pessima e poi credo sia giusto riconoscere i meriti della fatica di creare un film del genere.

#RideMore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like