Ho girato a Misano con Jorge Lorenzo, Marco Lucchinelli, Michele Pirro e… Zard!

Grazie all’evento organizzato da Zard e da Vmoto Super Soco, ho trascorso una giornata a Misano con alcuni campioni. Ecco alcune immagini!

Con un certo autocompiacimento mi auto-definisco spesso un collezionista di prime volte. Ecco che la mia prima volta tra le curve di un circuito del mondiale MotoGP, il mitico “santa Monica” o per chiamarlo con la denominazione attuale il “Marco Simoncelli Misano World Circuit”, è avvenuta alla mia veneranda età di 41 anni e con dei padrini davvero di eccezione.

La colpa di questo battesimo – se così si può dire – è di Officine Zard e di Vmoto Super Soco che hanno organizzato due eventi in uno proprio a Misano. Sembra impossibile che una realtà artigianale di sistemi di scarico di alta qualità possa convivere “sotto lo stesso gazebo” di una grande azienda asiatica che produce moto elettriche e in effetti l’accoppiata è alquanto originale, ma posso assicurare che tutto ha funzionato a meraviglia e che nessuno ha agitato acqua santa o corone d’aglio.

Lo hanno chiamato Pro Day perché come in un normalissimo gruppo di amici abbiamo potuto vivere una giornata da “pro” della pista seguiti in tutto e per tutto. Ecco che la V7 III con il numero 64 del team In Moto Con l’Africa con la quale partecipo al Moto Guzzi Fast Endurance European Cup, ha trovato posto nei box vicino alle moto di altri giornalisti e piloti. Per capirci di fronte a me c’erano Stefano Manici e Sebastiano Zerbo, due nomi che se siete amanti delle corse in montagna o tra i cordoli dovreste aver sentito nominare almeno una volta l’anno: quando vincono il titolo nazionale.

Non c’erano solo loro, come si evince dal titolo di questo post. C’erano soprattutto Dario Marchetti, Marco Lucchinelli, Michele Pirro e Jorge Lorenzo. Non capita tutti i giorni di poter scendere in pista con gente di questo calibro e anche solo vederli tra i cordoli è uno spettacolo, figurati vederli da dentro mentre ti sorpassano in derapata alla Quercia o in staccata al Tramonto…

Confesso che non è la prima volta che mi capita un’occasione del genere, ma è la prima in una pista di questo livello e in un contesto tanto ben organizzato; è stata una bella esperienza che mi ha permesso anche di rompere il ghiaccio con il tracciato su cui è in programma l’ultima prova del Fast Endurance.

Durante l’evento Graziano Milone di Zard ha svelato il nuovo scarico 2 in 1 che l’azienda ha sviluppato per l’Aprilia RS660. Questo è il primo prodotto del nuovo centro di Ricerca e Sviluppo istituito per portare Zard ad un livello ancora superiore, affrontare le sfide di in un nuovo mercato e ampliare la propria gamma di prodotti. In bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like