Zui Tracker – Verve Moto

Verve Moto di Bali realizza grandi special partendo da piccole moto, proprio come piace a noi. Ecco la Zui Tracker

Le piccole monocilindriche asiatiche, da sempre snobbate da noialtri centauri occidentali di classe premium, si stanno sempre più rivelando basi ideali per special dal notevole impatto estetico ma non sul portafogli. Ne sa qualcosa più di altri Eugenio La Torre aka Verve Moto, specialista nostrano che vive e opera a Bali. Avete letto bene, è Bali e non Bari.

Verve Moto unisce il gusto estetico café racer e brat alle semplici meccaniche locali con risultati sorprendenti. Dell’attività di questo garage italiano trapiantato in Indonesia parlerò profusamente più avanti, anche perché le chicche del buon Eugenio sono più d’una.

Partiamo ad esempio da questa Zui Tracker, in origine una Yamaha Scorpio 225, naked compatta e non particolarmente fascinosa che è diventata una scramblerina niente male e perfetta per le stradine di Bali sulle quali, si sa, le due ruote di piccola cubatura sono il principale mezzo di locomozione. Che la Scorpio fosse una base ideale per questo tipo di elaborazioni ce l’aveva già mostrato Deus e proprio con il suo garage di Bali. La visione di Verve, però, è meno “pettinata” e più “rough”, più selvaggia e ha previsto la realizzazione in casa di serbatoio, manubrio, sella e scarico. Eugenio è intervenuto sul telaio, sulle pedane e soprattutto sul forcellone posteriore. La lista della spesa ha poi previsto:

  • Dunlop k180 (130/80/18 e 180/80/14)
  • Cerchi in alluminio TK (3.00 e rear 2.50)
  • Filtro aria K&N
  • Indicatori di direzione Bullet
  • Manopole vintage marroni
  • Tachimetro Daytona
  • Faretto e portatarga custom
  • comandi KTM
  • Forcella Yamaha FZ16

photo credit: Eugenio La Torre – fonte Vervemoto.com

1 comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like