A spasso con le Triumph modern classic 2018

Se provi una Triumph modern classic puoi vincere una Bonneville T100 personalizzata! Il 59mo compleanno della reginetta inglese è stata l’ottima scusa per un giretto sulle strade del Chianti con lei, Bobber e Street Cup. Guardati il mio video.

La Triumph Bonneville compie cinquantanove anni. Nata proprio nel 1959 era la supersportiva dell’epoca, incarnava pienamente la filosofia costruttiva inglese ed era stata chiamata così per rendere omaggio ai record di velocità che Triumph aveva conquistato sul famoso lago salato. Da allora sono cambiate tante cose, la storia di Triumph ha passato tanti momenti difficili e altrettante rinascite e all’inizio del nuovo secolo la Bonneville è tornata sapendo leggere prima di altri la tendenza che avrebbe portato i motociclisti ad apprezzare le moto dal sapore classico. Essere tradizionale non ha mai significato essere vecchio o noioso per la Triumph Bonneville che in questi suoi ultimi diciottanni ha saputo diventare un punto fermo della neo subcultura delle Cafè Racer. Non c’è un appassionato di moto che non abbia pensato di farsi almeno una volta nella vita una Triumph Bonneville.

Oggi quella delle Modern Classic è diventata una gamma più ricca che mai. Alla Bonneville, alla T100, alla Scrambler e alla Thruxton si sono aggiunte altre interpretazioni che partendo dagli stessi elementi hanno sviluppato concetti nuovi. Nel 2016 la gamma è stata completamente stravolta nella meccanica, nella ciclistica e nella tecnologia e ora presenta un’offerta più ampia che mai. Ci sono due diverse cilindrate (900 cc e 1200 cc) e diversi stili che diventano differenti modi di guidare.

Il compleanno della Bonneville è stata l’occasione per provarli e per tornare a parlare di loro in un contesto di eterno fascino come la Toscana e l’area del Chianti in particolare. Un giretto di un centinaio di chilometri, nulla di complicato, durante i quali ho guidato la Bonneville T100, la Bobber e la Street Cup. Qualche curva e qualche saliscendi, sufficienti ad assaggiare la gamma classica di Triumph e a farmi venir voglia di guidarle ancora di più. La piacevolezza di guida delle modern classic Triumph è qualcosa che va provato, specie per chi è più scettico verso le moto dal sapore vintage. Si guidano bene e in sourplesse. Il che non significa che si è lenti o che ci si annoia, semplicemente che non si provano ansie da prestazione, ce la si gode e basta.

E provarle può valer la pena ancora di più oggi perché Triumph ha indetto un concorso:  Spirit Of 59. Tutti coloro che in Italia proveranno una Triumph modern classic dal 23 marzo e il 31 maggio 2018 parteciperanno all’estrazione di una Bonneville T100 personalizzata da Kaos Design  e ispirata alla prima Triumph Bonneville proprio del 1959. Inoltre c’è anche un instant win con il quale ci si può portare a casa una bella giacca Triumph. Tutte le informazioni sono sul sito www.triumphmotorcycles.it.

#RideMore

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, moto blogger da 'na vita, press officer all'occorrenza, media strategist, video maker ma soprattutto viaggiatore e sognatore. Mi hanno definito lo Storyteller su due ruote e forse c'hanno preso. Mi chiamano Motoreetto, perché tra me e la moto non c'è separazione.

Comments are closed.