Spirito di petrolio. La storia di Enrico Bernardi

Questa è la storia in moto più antica di tutte le storie perché inizia ben prima dell’invenzione della motocicletta. Anzi, è proprio l’invenzione della moto da parte di Enrico Bernardi

In questa puntata del mio podcast Storie In Moto ti voglio raccontare la più antica di tutte le storie. Impossibile trovare una storia che riguarda la motocicletta antecedente a questa. Per il semplice motivo che prima di questa storia, la motocicletta non esisteva.

Il protagonista si chiama Enrico Bernardi e nasce a Verona nel 1841. Ha dodici anni quando Barsanti e Matteucci sperimentano il motore a scoppio e soltanto tre anni dopo è già in grado di costruirne uno.

La sua vita sarà costellata di invenzioni e di primati, ma solo recentemente e in piccola parte gli è stato attribuito il giusto merito e riconoscimento. Già perché si ritiene sempre che la prima motocicletta e il primo motore a benzina siano stati del tedesco Benz. Beh, in questa storia ti svelerò che non è esattamente così.

Buon ascolto.

Riascolta le altre puntate del mio podcast Storie In Moto.

Sono convinto che un motociclista informato sia un motociclista più consapevole e nel suo piccolo agirà per un mondo migliore. Per questo gli articoli e i video che pubblico su Motoreetto.it sono accessibili a tutti e senza banner pubblicitari perché l’informazione dev’essere aperta e condivisa.
Lo sto facendo in maniera indipendente e a permetterlo sono le persone che hanno deciso di entrare nel mio CLAN.
Sarebbe fantastico se valutassi anche tu di farne parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi