Cartoline dall’Africa degli anni 80: che cos’era Rally Raid Promotion? Intervisto i protagonisti

Che cos’era la Rally Raid Promotion che negli anni Ottanta portava i motociclisti italiani a scoprire l’avventura in Africa? Ne parliamo in diretta con i protagonisti di allora

Gli anni Ottanta io li ho visti passare. Ero un fanciullo e in casa, tra i tanti stimoli che i miei genitori cercavano di darmi, c’erano anche quelli dei motori. Le due ruote soprattutto. Ma ero di certo ancora troppo piccolo per cogliere la moda del periodo, l’enduro avventura, anche se rimanevo colpito come tutti dalle immagini della Parigi-Dakar.

In quegli stessi anni c’era chi, già in età adulta, quella passione cercava di viverla appieno e di trasmetterla. Per una serie di coincidenze, come si dice in questi casi, a Roma si ritrova ad orbitare un gruppo di questi appassionati che decidono di fondare la Rally Raid Promotion. Tra questi alcuni nomi che rimarranno poi noti a chi segue da tempo il mondo moto, come quello di Carlo Fiorani e di Ugo Passerini.

rally raid promotion viaggi in moto in africa negli anni ottanta

Rally Raid Promotion, l’avventura ieri e oggi. Cos’è cambiato?

La Rally Raid Promotion fu la prima in Italia ad organizzare viaggi avventura in off road sia in centro Italia sia in Africa. In poco tempo divenne a tal punto un riferimento che la stessa Honda si affidò alla RRP per le presentazioni di alcuni suoi modelli avventura, su tutti la Africa Twin. Non solo: fu loro affidato anche il compito di organizzare la versione motociclistica del Camel Trophy che si tenne in quello che al tempo si chiamava Zaire, oggi Repubblica Democratica del Congo.

E proprio da qui partiamo con il nostro racconto di questa sera, dal Congo, tornato recentemente nella nostra attualità con la tragica uccisione del nostro ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci. Questo evento drammatico ci porta a ricordare la situazione congolese e a confrontarla con quella di trent’anni fa quando qui la RRP organizzava i propri raid.

Quante cose sono cambiate da quando questi giovani amanti dell’avventura partivano per il Continente Nero In sella alle loro Honda XR, Dominator o Africa Twin? Il motociclismo di avventura tanto in voga oggi è lo stesso di quel tempo? Come siamo cambiati noi motociclisti e i territori da attraversare?

Ne parliamo in questa intervista in diretta proprio con i protagonisti di quel periodo, alcuni degli uomini che fecero la Rally Raid Promotion: oltre a Carlo Fiorani e Ugo Passerini, intervengono Mario Lombardi – che era l’uomo delle telecomunicazioni – e Andrea Vitali che invece si occupava della parte medica.

Buona visione!

E ricorda che se questi contenuti sono gratuiti e disponibili per tutti per sempre è grazie a chi crede in questo mio progetto fino al punto di finanziarlo con un abbonamento volontario. Se vuoi saperne di più visita la pagina Entra Nel Clan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like