Niente regali di Natale?

Temperature in calo e traffico in aumento: segnali che Babbo Natale sta arrivando di gran carriera. Mancano pochi giorni all’appuntamento, per cui una domanda sorge spontanea: perché diamine non ho ancora parlato dei regali?

Auto perennemente incolonnate sulla rotta dei centri commerciali. Rotonde intasate con fumi che si levano verso il cielo. Clacson e bisticci per un senso sempre più vago di precedenza. Questo è ormai il quadro dei giorni che precedono Natale, altro che candida neve che scende dal cielo, cori angelici e tonnellate di bontà diffusa.

Altro che tutti più buoni, a Natale siamo tutti più sclerati!

Tra le prime cose che ho introdotto quando ho aperto il mio blog e il mio canale YouTube – più di un lustro fa! – c’è stato lo speciale sui Regali di Natale per Motociclisti.

Mi era sembrata una buona idea dare dei consigli non tanto ai motociclisti ma a chi si trova a fare un regalo di Natale a un motociclista. Qualche dritta per andare a colpo sicuro, non spendere troppo, risparmiare tempo e, con l’acquisto on-line, anche il traffico.

Oggi tutti propongono la propria lista di regali suggeriti, perché è un contenuto che funziona. Se è vero che il format ha preso piede, è altrettanto vero che io l’ho abbandonato l’anno scorso.

E quest’anno sono più che mai convinto della mia scelta anche se, da un punto di vista puramente economico e di opportunità, mi converrebbe il contrario e stringere accordi con gli e-shop.
Perciò – proprio per non passare del tutto per fesso – ho deciso di spiegarti la mia decisione.

Una questione etica. Non professionale, ma personale.

Ho riflettuto a lungo, in realtà, se fosse il caso o meno di parlartene. Poi ho pensato che mi piace avere un rapporto sincero e non nasconderti nulla e che, forse, le mie conclusioni possono esserti di stimolo.

Perché dunque non fai più la lista di regali di Natale per motociclisti?

La risposta è tanto semplice quanto, mi rendo conto, sovversiva. Ed è… Perché non ti servono VERAMENTE.

Al massimo servono ad alimentare un mercato che produce in eccesso fornendoti illusioni di necessità. Falsificano il piacere di donare per donare. Ci convincono, in fin dei conti, che il nostro modello improntato sul consumo e sulla crescita economica, sia sempre valido.

In fondo viviamo bene, no?

Ecco, secondo me… no. O, almeno, potremmo vivere meglio.

Già da qualche Natale non faccio regali materiali quando non espressamente richiesti. L’unica eccezione sono i bimbi: loro possono chiedere ciò che vogliono.

Non fraintendermi: per un motociclista – come per chiunque abbia una passione, un hobby – ci sono sempre un’infinità di cose utili e molte altre che fondamentali magari non sono, ma… sono bellissime.

E io continuo a pregiarmi di parlarne e descriverle con il mio lavoro. Perché ritengo che un motociclista debba imparare a scegliere ciò che gli serve veramente, debba imparare a selezionare, in altre parole debba diventare consapevole.

Anche perché spesso gli acquisti che riguardano la moto richiedono anche dei budget medio-alti, qualche sacrificio economico, perciò è importante non sprecare i propri soldi.

A Natale, però, si parla d’altro. Si parla di “fare bella figura spendendo poco”. Cazzate.

Nel senso che finiamo proprio per regalare cazzate.

Spesso prodotte nel Far East senza alcuna etica ambientale e sociale.

Te l’avevo detto che era una questione etica.

Ma non è solo questo. Sono sempre più convinto che possedere meno oggetti ci aiuti a vivere meglio e a viverli meglio.

Proprio nell’epoca dell’eccesso di disponibilità materiale, scegliere soltanto ciò che ci serve e ci piace VERAMENTE è un atto rivoluzionario.

Regalare cose significa, per me, imporre all’altro un oggetto quindi un peso, qualcosa che non ha scelto ma che si sentirà in dovere di portare con sé.

E questa sarebbe una dimostrazione di affetto o amicizia?

Ma fare regali è bello. Poter donare agli altri è uno dei massimi piaceri della vita. Quindi… che fare?

E adesso… cosa regalo a Natale al mio amico motociclista?

Ti ho detto cosa NON regalo. Ovvero cose – perdona il gioco di parole. Ma ci sono tantissimi altri regali che si possono fare. Ora a contare non è tanto il budget, quanto il tuo coinvolgimento.

Regala il tuo tempo, la tua attenzione

Possiedi qualcosa di inestimabile proprio perché molto limitato: il tuo tempo. Mettilo a disposizione, fai sentire la tua presenza, condividi le tue capacità. Anziché perdere tempo al centro commerciale, stai con il tuo amico o la persona a cui vuoi fare il regalo. Voler (o meno) passare del tempo con lui/lei farà capire a entrambi quanto ci tieni VERAMENTE.

Regala un’esperienza

Vuoi proprio un ricordo che rimanga nel tempo? Anziché un oggetto regala un’esperienza. Organizza un giro in moto assieme, accompagnalo su quel Passo su cui non è mai andato o, perché no, offrigli quel corso di guida che potrebbe renderlo un motociclista migliore o iscrivilo con te a quella motocavalcata che non ha mai avuto il coraggio di affrontare da solo. Ad esempio a mio fratello un anno ho offerto un giro noi due e le nostre moto sullo Stelvio con tanto di cena e dormita in rifugio: 48 ore assieme on the road. Sono certo che un’esperienza come questa rimanga molto più impressa e negli anni il tuo motociclista la ricorderà con piacere e gratitudine. Mio fratello, infatti, mi chiede spesso: quando lo rifacciamo?

Regala solidarietà

I motociclisti sono famosi per la loro generosità e per essere spesso in prima linea nell’aiutare gli altri. Sono certo che il tuo gesto sarà apprezzato. Oggi ci sono davvero un’infinità di buone cause a cui aderire per sé e per l’amico/amica motociclista e molti modi per farlo. Ad esempio quest’anno io regalerò l’adozione di alberi con Treedom e, per me, chiederò di sostenere CUAMM Medici Con l’Africa anziché regalarmi qualsiasi altro oggetto.

Spero che tu abbia trovato stimolante questo mio spunto, se ti va condividilo, parlane con i tuoi amici e fammi sapere cosa ne pensate. Ti lascio pensare sulla tua lista di regali di Natale e ti faccio i miei più sinceri auguri.

16 comments
  1. Complimenti!! Finalmente qualcun altro che lo capisce… sono già due anni che ribadisco le stesse cose a tutti, soprattutto alla mia famiglia. Ho la casa piena di cose che non mi servono e che non so dove mettere, ciò che manca è invece proprio lo stare assieme. Preferisco un solo messaggio di auguri e sapere che qualcuno ha pensato a me all’ennesimo cappellino, maglione o altro. Tanti soldi buttati quando invece potrebbero essere usati per aiutare. Le tue parole dovrebbero essere lette e comprese da quante più persone possibile 🙂
    Ti ringrazio e….. approfitto per farti tanti tanti auguri 😉

      1. Hai perfettamente ragione anch ‘io ho smesso di fare regali materiali ad amici e parenti preferendo occasioni per stare insieme o altro ti faccio tantissimi auguri di Buon Natale a te e ai tuoi cari!!!

  2. Il più bell’articolo sui regali di Natale che io abbia mai letto!
    Complimenti per la sensibilità ed il “peso” delle tue parole, specie in questo periodo dell’anno nel quale tutto si riduce a frivolezze utili solo a far ricche alcune (poche) persone e ad affamarne (forse) altre.

    Grazie e Auguri!

  3. Finalmente qualcuno che parla di “etica”.
    Credevo che questo termine fosse sparito dal vocabolario della lingua italiana.
    Perfettamente d’accordo con quanto hai scritto. Mi ci sono riconosciuto in pieno.
    E visto che ci siamo… Buon Natale!

  4. Come si dice enfatizzando, anche qui nella nostra Italia tra mille difficoltà… “Non si muore di fame perché il pane costa caro”… Per le vacanze maldiviane, o per la forcella da sbk quando si va al berretto e via dicendo si… Ciao motor è… Una motocavalcata/tendata alpina, a quando?

  5. Complimenti per il tuo discorso, ma io vorrei ricordare a tutti che natale dovrebbe essere sempre.,in questo modo io ho deciso di sostenere MEDICI SENZA FRONTIERE,E GREEN PEACE nn lo dico per vantarmi anzi nessuno dei miei amici ne e’ al corrente,ma perché ho trovato il modo di aiutare altri. BUON NATALE.

  6. Che ventata d’aria fresca, manco avessi aperto la visiera del casco in una strada nel bosco in primavera! Iodice sempre”Non importa cosa o dove, ma con Chi!”, quindi ti saluto idealmente col braccio e le due dita aperte verso di te mentre ci incrociamo per strada e ti auguro un Buon Natale e Buone feste!

  7. Quanto è vero ciò che dici! Sono anni che lo penso! Io regalerei anche un sogno, cosa che molti non fanno o hanno smesso di farlo. Nessuno può toglierci i nostri sogni e sono la nostra vita. Io non voglio smettere mai di sognare. Auguri a tutti e a te che hai scritto queste belle parole! Buone Feste

  8. Io un anno ci ho provato, e mi sono comportato come tu stai consigliando ora, ma non ho riscosso molto successo in famiglia. Dato che comunque non mi piace andare in giro per negozi demando a ognuno di casa di comprare i regali per gli altri da parte mia, così la spesa è incontrollata ma almeno non perdo tempo io. E l’etica? Speriamo un giorno qualcuno mi dirà che avevo ragione, ma per ora la vedo dura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi