Nel nome del padre

Questa è la storia di Robert Dunlop e dei suoi figli Micheal e William e di come improvvisamente una leggenda sia finita per farne iniziare un’altra. Questo è ciò che successe alla North West 200 del 2008.

Robert Dunlop è stato uno dei più grandi piloti di road races della storia. Secondo per numero di vittorie e notorietà solo a suo fratello Joey con il quale oggi condivide lo spazio che la loro città natale, Ballymoney, ha dedicato per commemorarne memoria. Ma la carriera di Robert avrebbe potuto essere ancora più vittoriosa senza lo spaventoso incidente al Tourist Trophy nel 1994. Quella dei fratelli Dunlop è senz’altro una bella storia di passione e sacrificio, due working-class-heroes ai quali è aggiunta la nuova generazione, quella rappresentata da William e Micheal, i figli di Robert.

Nel podcast Storie In Moto di questa settimana parlo di loro. Ripercorro la carriera di Robert Dunlop ma parlo soprattutto dell’imprevedibile passaggio di consegne che c’è stato alla North West del 2008 tra lui e suo figlio Micheal.

Durante le prove, Robert perde la vita proprio davanti agli occhi di Micheal e William che inaspettatamente decidono di correre la gara. Per il più giovane dei due, Micheal, sarà la prima affermazione e l’inizio di una grande carriera.

Buon ascolto e/o visione.

Sono convinto che un motociclista informato sia un motociclista più consapevole e nel suo piccolo agirà per un mondo migliore. Per questo gli articoli e i video che pubblico su Motoreetto.it sono accessibili a tutti e senza banner pubblicitari perché l’informazione dev’essere aperta e condivisa.
Lo sto facendo in maniera indipendente e a permetterlo sono le persone che hanno deciso di entrare nel mio CLAN.
Sarebbe fantastico se valutassi anche tu di farne parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like