#UsaLeDueRuote: la campagna in favore di moto e bici

Una campagna di ANCMA ed EICMA sensibilizza all’uso quotidiano delle due ruote, sia moto sia bici, il mezzo ideale per questa fase 2: usaledueruote

L’intera filiera italiana delle due ruote, motorizzate e non, rappresentata da Confindustria ANCMA ed EICMA, ha quest’oggi lanciato ufficialmente una campagna di sensibilizzazione all’uso di bici e moto in questa FASE 2 ben riassunta dal chiaro motto #USALEDUERUOTE e riconoscibile per questo logo.

logo campagna usa le due ruote #usaledueruote

#UsaLeDueRuote è un messaggio compatto di tutte le realtà coinvolte nel settore, una volontà di sensibilizzare e di unire anziché dividere e questo è assolutamente più che apprezzabile.

Sempre, ma in questa fase in particolare, le due ruote possono realmente essere una soluzione a molti degli aspetti critici che riguardano lo spostamento quotidiano. L’invito perciò è rivolto a tutti gli appassionati di moto e di bici affinché utilizzino senza remore le loro amate due ruote ogni giorno per recarsi al lavoro a maggior ragione in un momento in cui non è possibile usarle per semplice diletto.

Durante la presentazione il presidente di ANCMA Paolo Magri ha puntualizzato:

“Bici, scooter e moto assicurano infatti un naturale distanziamento sociale, maggiore sostenibilità ambientale, maggiore velocità di percorrenza sui brevi e lunghi tragitti e facilità di parcheggio, ma anche una valida predisposizione all’intermobilità e minore impatto sul traffico urbano, che è messo a dura prova anche dal ridimensionamento del trasporto pubblico”

Mi sento di essere d’accordo al 100% con questo messaggio. Da sempre sostengo che la moto in particolare ma anche la bici siano innanzitutto veicoli eccezionali proprio per loro doti di facilità, leggerezza. E in un momento in cui il trasporto individuale diventa una necessità possono riscoprire una nuova primavera. E lo possono fare assieme, senza odiose e controproducenti contrapposizioni.

“Nel Dopoguerra le due ruote sono state simbolo collettivo della ripartenza” – ha sottolineato ancora Magri – “e potranno esserlo ancora una volta anche oggi. La nostra non solo è un’iniziativa di tutela di un comparto gravemente colpito dal lockdown e per il quale continuiamo a chiedere al Governo forme urgenti di incentivi all’acquisto, ma è una comunicazione rivolta agli utenti possessori e, soprattutto, a quelli potenziali o semplicemente ai cittadini che devono solo togliere la polvere da una bici o una moto inutilizzata in garage”.

A margine della presentazione c’è stata anche l’occasione per affrontare alcuni temi spinosi come ad esempio i dubbi sullo svolgimento di EICMA. Sempre il presidente Magri ha ribadito che si sta lavorando alla prossima edizione con tutte le incertezze del caso, sottolineato come le scelte di BMW e KTM siano state comprensibili ma premature, e ha anche ammesso che si sta pensando a un eventuale piano B digitale, ma che la speranza è quella di riuscire a fare un salone reale. Purtroppo al momento non c’è alcuna certezza e dovesse esserci nelle prossime settimane una ricaduta il rischio che il Governa debba chiedere la rinuncia al salone diventerebbe concreta.

Ma oggi siamo qui per pensare positivo e rimetterci in sella: le due ruote salveranno il mondo.

O perlomeno lo renderanno sempre un posto più vivibile.

Sono convinto che un motociclista informato sia un motociclista più consapevole e nel suo piccolo agirà per un mondo migliore. Per questo gli articoli e i video che pubblico su Motoreetto.it sono accessibili a tutti e senza banner pubblicitari perché l’informazione dev’essere aperta e condivisa.
Lo sto facendo in maniera indipendente e a permetterlo sono le persone che hanno deciso di entrare nel mio CLAN.
Sarebbe fantastico se valutassi anche tu di farne parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi