Energica Bolid-E: il futuro è qui?

energica bolide samsung motoreetto

Energica Bolid-E è il primo esempio di collaborazione del marchio modenese con Samsung per arrivare a una moto sempre più connessa e “smart”. L’innovazione del futuro è qui?

Energica Bolid-E la prima moto smart ride con Samsung

Energica Bolid-E è un prototipo che arriva dalla prima collaborazione tra la casa modenese – che ricordiamo sarà fornitore unico del Fim Enel MotoE World Cup – e il colosso tecnologico Samsung e oltre che 100% elettrica è una moto iper connessa. Ci anticipa dotazioni che potremo vedere di serie fra qualche anno, non strettamente o per forza legate all’essere una moto elettrica, ma che sicuramente sfruttano questa peculiarità.

Il primo esempio si nota già nel design della moto: gli specchietti sono in realtà dei monitor che, grazie alla realtà aumentata, ci riportano in tempo reale ciò che avviene dietro di noi segnalandoci i pericoli.

Il Bolid-E che si accende avvicinando l’orologio

Il secondo esempio, meno immediato, ma altrettanto semplice da comprendere è che non serve la chiave per accenderla, basta che ci avviciniamo dotati del nostro smartwatch Samsung precedentemente abbinato. Come facciamo col telefono.

Già perché la moto del futuro sarà – tieniti forte – un accessorio del tuo smartphone, ovvero del tuo device perché tutto sarà collegato e intercomunicherà grazie all’intelligenza artificiale. Paura eh?

In parte è già così anche sulle moto a combustione, quindi no panic, non sarà traumatico. O meglio, non troppo. In realtà non te ne sei ancora accorto (forse) ma non è futuro, è già realtà.

Cosa ci sta mostrando la Bolid-E?

Tornando invece alla nostra Energica Bolid-E, ciò che ci mostra è che grazie alla tecnologia potremo giocare a personalizzare la nostra moto che riconoscerà il nostro profilo digitale anche decidessimo di condividerla con altri. Anche andare in moto potrà essere interpretato come un’attività sportiva ed edonistica: grazie allo smartwatch (Samsung Galaxy Watch) registreremo tutto della nostra sessione motociclistica per poi confrontare il percorso, la frequenza cardiaca, le calorie…

Uso (da poco) lo smartwatch per la corsa e lo trovo molto interessante e utile, ma non so se l’abbinamento con le due ruote, al di là dell’iniziale curiosità, mi interessi veramente. Certo, fa comodo avere il percorso registrato e consultabile, ma… non lo trovo così fondamentale per il mio godimento motociclistico. Però è una possibilità in più che la tecnologia ci offre, quindi ok, benvenuta.

Nel caso di una moto elettrica come Energica EsseEsse9, base sulla quale è stata elaborata questa Bolid-E, queste applicazioni hanno anche la fondamentale utilità di guidarci fino alla più vicina ricarica. Ci aiutano a programmare il giro e ti posso assicurare che quando passi alla mobilità elettrica la programmazione gioca un ruolo importante per non trovarti a spingere o ad aspettare ore.

Rimane, ora, da capire fra quanto vedremo queste dotazioni effettivamente sulle nostre moto. Ma ormai è chiaro che non si sta parlando di fantascienza, ma di cose del tutto fattibili già oggi.

Riferimenti: www.energicamotor.com

#RIDEMORE


Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, creatore di contenuti ad alto tasso motoristico. Moto blogger da 'na vita, press officer all'occorrenza, media strategist, video maker ma soprattutto imperturbabile sognatore, una volta mi hanno dato dello Storyteller su due ruote e mi è piaciuto. Gli amici mi chiamano Motoreetto, le amiche invece non mi richiamano mai.

Be first to comment