La moto elettrica inquina più di una moto normale?

la moto elettrica inquina? motoreetto spiega

Leggo commenti e talvolta articoli di riviste in cui si sostiene che un veicolo elettrico, nel nostro caso la moto, inquina in realtà più di quelli a combustione di ultima generazione. Sarà proprio così?

Magari hai comprato da poco una moto Euro 4. Ti sei svenato e giustamente oltre a ritenerla bellissima, ritieni anche che sia poco inquinante perché… è Euro 4! Normale cercare conferme alla propria tesi ed è piuttosto facile trovarle tra alcuni luoghi comuni – come quello sullo smaltimento delle batterie – o addirittura in alcuni articoli di riviste che cercano più di ottenere click e consensi anziché fare informazione, come ho spiegato qui.

Non entrerò ora in merito di ricerche del 2012 già accusate al tempo di essere parziali e incomplete ed ora completamente anacronistiche con dati superati, ma riprese ugualmente da alcuni colleghi giornalisti come “prova provata” che un veicolo elettrico sia più inquinante di uno a combustione.

In materia di emissioni sono stati fatti passi da gigante (basti pensare ai moderni diesel molto efficienti), le Case soprattutto europee hanno investito molto ma… non si possono fare i miracoli.

Facciamola semplice: il motore a combustione comporta per sua conformazione la produzione di scarti della… combustione. Basta stare dietro a una qualsiasi auto o moto anche nuova per sentire la puzza del fumo di scarico. O la sento solo io? Il concetto viene spiegato in modo semplicissimo ed elementare dal fisico Rossi Albertini in questo video:

Obietterai che la tua moto di ultimissima generazione Euro 10-al-quadrato non scoreggia incombusti e CO2 come il Motom 48 di tuo nonno. Vero. Ma…

Un endotermico non sarà mai virtuoso

Come un fumatore che passa da 20 sigarette al giorno a 5, non è che ha smesso di fumare.

Allo stesso modo per quanti sforzi siano stati fatti, un motore endotermico non sarà mai virtuoso come un elettrico dove non c’è combustione e non ci sono attriti. Su questo bisogna rassegnarsi, è una verità nota sin dall’inizio della motorizzazione.

Rimediare oggi a una scelta sbagliata dell’Ottocento

Già a quei tempi si sapeva della maggiore efficienza dell’elettrico ma non si conoscevano gli effetti che i prodotti della combustione del petrolio hanno sulla nostra salute e sul nostro pianeta. Ora lo sappiamo. Al tempo il vantaggio competitivo del petrolio che, come detto in questo articolo è un eccellente modo di stoccare energia, è stato premiante.

E se per avere corrente brucio carbon-fossile?

Altro punto a cui si aggrappano i detrattori dell’elettrico riguarda la produzione di energia elettrica, ancora in buona dovuta a fonti non rinnovabili. Questo basta affinché la moto elettrica inquini più di un’endotermica?

Assolutamente no. Ammettiamo che tutta l’energia elettrica che utilizziamo per la nostra moto provenga da carbon-fossile. Anche in questo caso, nel computo dell’intero ciclo di vita, avremmo comunque un vantaggio ambientale a usare l’elettrico e, cosa non trascurabile, avremmo in ogni caso un accentramento della fonte inquinante e non tante piccole fonti di inquinamento in giro per la nostra città. Fortunatamente le cose, però, stanno già molto meglio di così!

Il mix energetico sta vedendo anche in Italia il progressivo aumento delle rinnovabili (ora superiori al 30% del totale) perciò… anche questo mito è da sfatare.

Motori tappati e scarichi aperti

Abbiamo sperimentato tutti come le normative sempre più restrittive abbiano finito per “tappare” sempre di più i nostri bei motori. Per mantenere (se non aumentare) le prestazioni come impone il marketing, le cilindrate sono cresciute, è aumentata necessariamente l’elettronica di gestione ora i motori scaldano anche più che in passato e se fai poca strada si rovinano prima. Noi motociclisti, poi, abbiamo il vizio di cambiare lo scarico, perché “vuoi mettere un bello scarico aperto?“.

Perlomeno non facciamo finta che questo non abbia delle conseguenze e non nascondiamoci dietro al “tanto la moto inquina poco”. Per l’ambiente andare in moto è meglio che andare in auto per molti motivi, ma non può bastare per farci sentire virtuosi.

#RIDEMORE

Motoreetto

Motoreetto

Nicola Andreetto, creatore di contenuti ad alto tasso motoristico. Moto blogger, autore di pubblicazioni di settore, video reporter e imperturbabile sognatore. Mi hanno dato dello Storyteller su due ruote e mi è piaciuto, per gli amici sono Motoreetto.

2 Comments

  • Avatar
    Rispondi Aprile 20, 2019

    Mino

    Dove finiranno le ingombranti e inquinanti batterie dei TIR,AUTOBUS,PULLMANN,AUTO e MOTO ????? Come sempre si pensa al guadagno immediato e non al futuro dell’uomo….

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.