In moto in Provenza e Camargue: itinerario e info utili

Cerchi una meta oltre confine con strade piacevoli, ottimo cibo e tanta storia ed arte? Beccati questo itinerario in Provenza, tra Costa Azzurra, Camargue e Luberon.

Cerchi una meta oltre confine con strade piacevoli, ottimo cibo e tanta storia ed arte? Beccati questo itinerario in Provenza, tra Costa Azzurra, Camargue e Luberon.

La Provenza offre molte alternative al moto turista curioso. Sia perché è un territorio piuttosto vasto e di conseguenza vario, sia perché la natura è stata particolarmente generosa creando spettacoli unici. Inoltre storicamente ha sempre rivestito una grande importanza e quindi troviamo un’infinità di percorsi storico-culturali e artistici possibili.

Come raccontato in questo reportage, io ho seguito con una Triumph Bonneville T120 questo itinerario che mi ha portato dalla Costa Azzurra fino alla Camargue e quindi al Luberon; è un itinerario da fare in 5 giorni, anche una settimana se hai possibilità e voglia di gustarti di più le cittadine e lo stile di vita provenzale.

Come puoi ben immaginare è soltanto uno dei tanti possibili. Basta infatti aggiungere una capatina a Marsiglia oppure sulle Cevennes o ancora sul Verdon per trovare moltissima altra soddisfazione.

Quando andare in moto in Provenza?

Da aprile a giugno è il momento migliore. In particolare a giugno si possono vedere le fioriture dei campi di lavanda. Anche l’autunno è, ovviamente, un momento propizio. Eviterei il periodo estivo in Costa Azzurra per il traffico e in Camargue per caldo, umidità e zanzare. Ma se preferisci puntare alle alture non ci sono controindicazioni particolari.

Con quale moto andare in Provenza?

Come detto, per questo viaggio ho scelto una Triumph Bonneville T120 Black, ovvero un gran bel classicone. Questo perché contavo di fare principalmente strada provinciali e molto poca in autostrada ad eccezione dei trasferimenti. Ad ogni modo, questo itinerario in Provenza si presta a qualsiasi tipo di moto da turismo.

Strade e distanze

Le strade sono generalmente ben tenute e moderatamente trafficate. In Costa Azzurra il traffico è elevato e le strade meno divertenti vicino ai grossi centri: meglio andare all’interno.

In Camargue le strade alternano lunghi rettilinei a stretti passaggi nella laguna, ad alcuni tratti minori in strada bianca. Luberon e Petit Alpilles hanno strade spettacolari (simili alle nostre Alpi) seconde solo al Verdon. Scendendo verso Draguignan la strada diventa una pista… e si mordono le briglie.

Attenzione ai limiti, specie in Costa Azzurra

Quanto alle distanze, molto dipende dalla moto e da quante ore deciderai di passare in sella oppure di visitare le città o ancora oziare ammirando il mare in Camargue. Consiglio di fare questo percorso in 5 giorni in modo da poter vedere tutto con calma.

Cosa vedere

C’è veramente l’imbarazzo della scelta, come raccontato nel mio reportage. Consiglio vivamente di visitare il Museo Picasso ad Antibes e l’immancabile Palazzo dei Papi ad Avignone. Una passeggiata ad Aix En Provence è obbligatoria quanto una sosta all’abbazia di Sénanque e a Gordes nel Luberon. Un’esperienza molto interessante è anche quella offerta dal Parco Ornitologico di Pont de Gau, nella Camargue.

A chi consiglio l’itinerario?

Se viaggi in moto al solo scopo di stare in sella dalla mattina alla sera, forse questa parte della Provenza non è la più adatta a te. Se invece ti piace imparare, conoscere, scoprire… che si tratti di luoghi, di arte o di storia, ecco allora non rimandere oltre e segui questo itinerario.

Provati & Consigliati: hotel

Provati & Consigliati: ristoranti e bistrot

#RIDEMORE

1 comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi