Queste mascherine IFFM vanno bene anche in moto

Ho provato le mascherine IFFM in maglia tecnica, senza cuciture e traspiranti. Non faranno miracoli, ma sono molto comode anche in moto e con gli occhiali e soprattutto sono lavabili. Qui tutti i dettagli

Italia paese di santi, poeti, navigatori, allenatori di pallone e – da due mesi a questa parte – esperti di mascherine!

Battute a parte le mascherine sono entrate prepotentemente nelle nostre vite assieme al coronavirus e continuano a rappresentare il primo e più semplice strumento che abbiamo per proteggerci, ma soprattutto per proteggere gli altri.

Abbiamo tutti sperimentato come le mascherine usa e getta non siano un granché. Quelle chirurgiche sono leggere ma dopo poco si inumidiscono e si sporcano e andrebbero cambiate di continuo. La maggior parte delle altre che ci sono state rifilate durante l’emergenza sono di bassa qualità e comunque non rappresentano una soluzione ideale in quanto per nulla traspiranti e neppure lavabili.

Vista la scarsità di prodotti sul mercato – che personalmente mi ha pure sorpreso – in molti si sono ingegnati. Tra le aziende che hanno colto al volo questa nuova opportunità c’è Idealmaglia, realtà vicentina che opera nel tessile da venticinque anni e che ha immesso sul mercato le IFFM, ovvero le Italian Fashion Face Mask.

Cosa sono le mascherine IFFM?

Le IFFM non sono altro che mascherine facciali lavabili e riutilizzabili realizzate a partire da filati tecnici con una sagoma tridimensionale. In parole semplici sono mascherine leggere, traspiranti, lavabili, prive di cuciture e disponibili con vari disegni. Si possono anche personalizzare, ma di questo parlo in seguito.

Al momento non sono riconosciute come DPI, ovvero dispositivo di protezione individuale, ma tra i due strati che le compongono si trova una tasca nella quale è già possibile inserire un ulteriore filtro.

Come sono fatte?

Come anticipato hanno due strati di maglia tecnica traspirante e presentano dei passaggi per l’umidità. Hanno poi due elastici da infilare dietro alle orecchie, ma esiste anche la versione con i classici laccetti da legare.

La loro sagoma già segue l’andamento del viso, ma si può stringere e allargare il nasello metallico il quale, trovandosi tra le maglie, non è di alcun fastidio. Vengono spedite in busta chiusa già igienizzate e pronte per l’uso.

Come si usano?

Si utilizzano come delle normali mascherine, con le medesime accortezze di igiene, ma rispetto a queste è evidente che hanno due enormi vantaggi.

Il primo è che sono più confortevoli essendo di maglia ed essendo traspiranti. Il secondo è che sono lavabili perciò riutilizzabili se non all’infinito almeno per un buon numero di volte prima di deteriorarsi.

Nello specifico l’azienda consiglia di lavarle a mano e a meno di 30° e assicura che reggono almeno un centinaio di lavaggi.

Come mi sono trovato con le mascherine IFFM?

Come sempre prima di esprimermi su un prodotto mi piace provarlo, metterci le mani e mai come in questo caso la faccia. Devo dire che con queste mascherine IFFM mi sono trovato anche meglio del previsto.

Subito ero preoccupato che la maglia risultasse di fastidio sulla pelle o comunque poco traspirante. Inutile farsi illusioni: una mascherina in faccia è pur sempre una mascherina in faccia. Le usate anche per fare dell’attività sportiva: ho provato a correrci e la differenza rispetto ad una usa e getta è colossale anche se non si può dire che sia piacevole. In bicicletta se non stiamo facendo grandi sforzi non risultano di particolare fastidio.

Ma è in moto che le ho trovate molto comode. Ok, mi dirai, a che serve avere la mascherina in moto?

A dire il vero credo che serva per almeno un paio di buoni motivi.

Il primo è che ce l’abbiamo già addosso quando ci fermiamo, così non corriamo il rischio di doverla cercare in tasca. Il secondo è che ci protegge da una buona parte delle particelle che circolano nell’aria.

Sono da tempo abituato ad avere il tubolare o la bandana tirata sul volto, specie quando sono in città, ora posso indossare la mascherina che è bella stabile e qualcosa in più sicuramente filtra.

Indossarla con il casco, gli occhiali e pure il tubolare non è risultato disagevole. Certo è un po’ troppa roba, siamo d’accordo, ma non è un supplizio. Rispetto alle altre mascherine ho avuto un minor effetto appannamento delle lenti proprio perché le posso regolare sul naso.

Cosa mi è piaciuto?

  • Comfort anche in moto e anche con gli occhiali
  • Leggerezza
  • Praticità

Cosa non mi è piaciuto?

  • Prezzo leggermente superiore alle aspettative (non dico che non sia giustificato dalla qualità)
  • In tasca si sporca e la custodia non è in dotazione, ma acquistabile a parte

Come averle?

Si possono acquistare direttamente sul sito www.iffm.it sul quale, oltre a tutte le informazioni del caso, si può scegliere tra differenti modelli e taglie sia da uomo sia da donna sia da bambino. Il modello “Sport” che ho scelto io costa 13 euro al pezzo e viene spedito con un minimo di due mascherine anche di taglie e colori differenti.

Ho provato anche a personalizzarne una con il mio logo e l’azienda è stata così gentile da spedirmi un campione. In questo caso il numero minimo da ordinare è di 21 pezzi.

Per tutti quelli che seguono questo blog, l’azienda ha deciso di riconoscere uno sconto. Per ottenerlo è sufficiente inserire il codice zff45rqkmotoreetto al momento dell’acquisto.

Intanto che faccio ne ordino delle altre? Chi vuole la mascherina di Motoreetto? Scrivimi e fammi sapere.

Sono convinto che un motociclista informato sia un motociclista più consapevole e nel suo piccolo agirà per un mondo migliore. Per questo gli articoli e i video che pubblico su Motoreetto.it sono accessibili a tutti e senza banner pubblicitari perché l’informazione dev’essere aperta e condivisa.
Lo sto facendo in maniera indipendente e a permetterlo sono le persone che hanno deciso di entrare nel mio CLAN.
Sarebbe fantastico se valutassi anche tu di farne parte.

2 comments
  1. Ciao Nicola, io un paio le prenderei, potrebbe essere un accessorio per chi è nel clan, almeno parlo per me. Resto in attesa degli sviluppi in merito, io comunque due vorrei prenderle se possibile, grazie mille e ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like
triumph bonneville t120 black prova recensione test ride di 2000 km motoreetto
Leggi

Triumph Bonneville T120 Black

Triumph Bonneville T120 Black! Bella da guardare e da guidare, grazie al bicilindrico 1200 da 105 Nm a 3.100 giri e alla ciclistica sincera. Ma va bene anche per viaggiare? è una moto “troppo tranquilla”? è noiosa? è comoda? Per rispondere ho percorso con lei 2.000 km, compreso un viaggio in Provenza e Camargue con passeggero e borse.
Leggi